Muoversi insieme ti fa raggiunge…

Parte a San Valentino il …

Associazione Italiana di Aritmol…

Roma, 20 ottobre 2014. In…

Anche i cibi biologici possono a…

Regimi alimentari sani s…

Autismo: Pediatri e Regione Tosc…

L'unione fa la forza anc…

Dalla NASA, un naso che individu…

[caption id="attachment_4…

CCSVI: studio italiano su cura Z…

Uno studio italiano p…

La sorpresa di Pasqua non può es…

Roma, 30 marzo 2015 - - “…

Trattamento del pene curvo con c…

FIRENZE, 2017 – Sono stat…

Una giornata con l'AME per prote…

L’Associazione Medica Ebr…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro: via sedentaria letale, ma senza demonizzare la TV

La vita sedentaria non fa bene alla nostra salute ma il tempo trascorso a guardare la televisione non incide sui tassi di mortalita’ tra le donne sopravvissute al cancro al seno.cellule_cancerose La scoperta e’ di un nuovo studio statunitense condotto da Stephanie George del National Cancer Institute pubblicato sul Journal of Cancer Survivorship. La ricerca sottolinea che non c’e’ alcuna correlazione tra il guardare la televisione – attivita’ tipica di chi svolge una vita sedentaria – e l’aumento di rischio di morte tra le donne sopravvissute al cancro alla mammella o tra quelle alle quali e’ stato diagnosticato il tumore.


“Questo specifico comportamento sedentario non e’ risultato un fattore di rischio-morte indipendente nelle donne ammalate di cancro al seno”, ha spiegato la George “tuttavia uno stile di vita troppo sedentario non esercita, considerando i nostri dati, un impatto positivo sulla salute delle pazienti”. Lo studio ha dimostrato che l’incidenza del guardare la televisione per molto tempo al giorno sul pericolo di morte e’ irrilevante soprattutto in quelle pazienti coinvolte in un programma settimanale di attivita’ fisica di almeno centoquaranta minuti. .

Archivi