Dengue: zanzare modificate per c…

Scienziati australiani ha…

Polmonite: l'uomo più a rischio …

Basta prendere in giro gl…

La proteina a guardia dell'integ…

Una nuova ricerca ha chia…

Febbre tifoidea: ottimi risultat…

Sono positivi i risultati…

Quale influenza hanno avuto le i…

Centomila anni fa la popo…

IL RUOLO DELLA AUTOIMMUNITÀ TIRO…

Kris Poppe*, Brigitte V…

CCSVI: nasce l’Associazione Nazi…

VENERDI’ 9 APRILE 2010: L…

Scoperta la molecola della buona…

La voglia di fare, la mot…

Cellule staminali ringiovanite p…

[caption id="attachme…

Ipertensione: se il sonno è dis…

Un anziano che soffre di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malaria: l’eliminazione potrebbe portare benefici duraturi per molti paesi, dove difficilmente tornerebbe

L’eliminazione della malaria ha benefici duraturi per molti paesi.malaria Molte nazioni che combattono la malaria devono affrontare anche un dilemma economico: spendere soldi per controllare, per un tempo indeterminato, la trasmissione della malaria o impegnare ulteriori risorse per eliminare completamente la trasmissione della malattia?Uno studio condotto dagli scienziati del Johns Hopkins Malaria Research Institute suggerisce che l’interruzione della trasmissione della malaria da’ duraturi benefici a molti paesi e che, una volta eliminata, e’ improbabile che la malattia riemerga nel corso del tempo. La ricerca e’ stata pubblicata su Science. “La nostra ricerca ha identificato una serie di cambiamenti che potrebbero spiegare la stabilita’ dell’eliminazione della malaria.


Ora occorre determinare se l’eliminazione ha causato alcuni di questi cambiamenti, e individuare quei paesi in cui l’eliminazione della malattia potrebbe diventare un endpoint stabile”, ha spiegato David Smith, tra gli autori dello studio.Per l’analisi, i ricercatori hanno esaminato i risultati del programma di eradicazione globale della malaria globale, a partire alla fine del 1940.
Quando il programma ha smesso di ricevere finanziamenti, nel 1969, la maggior parte dei paesi che avevano raggiunto l’eliminazione e’ rimasta in quelle condizioni, mentre molti paesi che non avevano ancora eliminato la malattia, continuano oggi a combatterla. Lo studio ha analizzato i dati provenienti dai paesi che hanno eliminato la malaria, descrivendo quasi un quarto di milione di casi di malaria importata.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!