SITIP: Al via il 13° Congresso N…

13° Congresso Nazionale …

Obesita' nei bambini e' patologi…

[caption id="attachment_7…

Cervarix contro le forme piu' ag…

[caption id="attachme…

Cancro: allo studio un vaccino p…

[caption id="attachment_3…

Apnea notturna e Alzheimer: qual…

Un nuovo studio trova c…

Mercoledì 1 ottobre: Prima Giorn…

Kledi Kadiu si esibisce a…

Vit. D, come Di Bella (?)

[caption id="attachment_9…

Arriva il contraccettivo dei cin…

[caption id="attachment_8…

Vescica iperattiva: riguarda 5 m…

In Italia sono oltre cin…

Lupus: gli immunosoppressori pre…

Le persone che assumono …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cellulite: nuova terapia non invasiva in arrivo


Una nuova tecnologia non invasiva per il trattamento degli inestetismi del corpo promette di combattere efficacemente la cellulite, l’inestetismo più diffuso tra le donne

Di cellulite ne soffre la stragrande maggioranza delle donne.
Si ritiene sia l’inestetismo cutaneo più diffuso e mal vissuto dalle donne che ne sono colpite: circa 14 milioni nella sola Italia, secondo i dati Istat.
Un problema estetico sicuramente molto sentito, dato che almeno l’80 per cento delle donne ha fatto ricorso ai diversi prodotti disponibili in commercio per attenuare e contrastare questa patologia.
effetto_endermo
La cellulite, è di fatto una problematica a livello microcircolatorio. Favorisce la ritenzione idrica e l’aumento di volume delle cellule adipose. Questo processo porta alla costrizione e alla sofferenza dei capillari, che non riescono più a smaltire le tossine.
Gli esperti sono d’accordo che un tipo d’intervento al fine di rivitalizzare i tessuti ed eliminare la cellulite sia quello di mobilizzare le cellule adipose e diminuire la fibrosi.
Tra le varie metodiche offerte dal mercato, oggi fa la sua comparsa una terapia non invasiva chiamata SIN Therapy di WinForm che, stando a quanto affermato, permetterebbe di raggiungere lo scopo attraverso la sinergia delle azioni chimica, energetica e meccanica.

Si tratta di un sistema a risonanza elettromagnetica armonica in multifrequenza, che riattiva i normali processi fisiologici del metabolismo dei tessuti: le frequenze, infatti, interagiscono con il corpo in modo biocompatibile (poiché entrano in risonanza coi tessuti trattati), destrutturando le cellule adipose alterate e facilitando il rimodellamento del tessuto. Le iperattività energetiche e sinergiche emesse da questa metodica permetterebbero di ottenere risultati in modo fisiologico e indolore. Queste promesse sono state analizzate anche a seguito di uno studio clinico condotto presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Lo studio, condotto dal prof. Alfredo Rossi del Dipartimento di medicina interna e specialità mediche, si è svolto su un gruppo di 10 donne di età compresa tra 20 e i 45 anni, con cellulite di vario tipo.
Per mezzo delle onde emesse da SIN Therapy è stato veicolato un fitocomplesso costituito da vari principi attivi e sostanze che ne aiutano l’azione, a base di sostanze con funzione altamente drenante.

Nei controlli ecografici eseguiti dopo 10 sedute di trattamento, in tutte le pazienti è stata documentata una riduzione del tessuto adiposo sottocutaneo e la scomparsa dei noduli fibrosi. Nel 75 per cento delle partecipanti si è riscontrato un miglioramento microcircolatorio, la netta riduzione dell’effetto “buccia d’arancia” e un miglioramento dell’elasticità e della compattezza cutanee – oltre alla riduzione del dolore normalmente percepito durante la palpazione.
I risultati dello studio, suggeriscono dunque che con una metodica come quella proposta da SIN Therapy di WinForm, è possibile eseguire il trattamento della cellulite in ambulatorio, senza anestesia e in modo del tutto non invasivo e indolore – con un’assenza di effetti collaterali e complicanze cicatriziali.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!