Riconoscere il dolore al petto, …

[caption id="attachment_8…

Papillomavirus Umano (HPV): anco…

A 20 anni si riscontra la…

Batterio della peste bubbonica d…

L'analisi dei ricercatori…

Psoriasi non solo come malattia …

La psoriasi, malattia der…

HIV: scoperto il meccanismo che …

[caption id="attachment_7…

Mylanservizi.it: la piattaforma …

Ottimizzazione del temp…

Una nuova teoria che smentisce i…

[caption id="attachment_5…

In Sanità occorre rivedere i tag…

La ricognizione della sit…

Termalismo: a Monfalcone gocce d…

Le rinnovate Terme Roma…

Melatonina per la fibromialgia: …

Alcuni dati suggerisc…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

B.E.M.S.®, il paziente al centro nella lotta alla sclerosi multipla

tevaSi apre a Roma l’11 aprile la seconda edizione dell’evento organizzato da Teva Italia che offre un confronto tra neurologi, rappresentanti delle Istituzioni e dell’associazione di pazienti per trovare soluzioni e risposte alle esigenze di chi è affetto da questa patologia. Teva, da sempre impegnata nel rendere accessibili cure di alta qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione sia di medicinali equivalenti sia di farmaci innovativi, specialità farmaceutiche e principi attivi, sostiene anche lo studio di nuovi farmaci e nuove opzioni per combattere la SM, malattia che ogni giorno, solo in Italia, colpisce in media 5 persone.

Roma – Il mondo della scienza  e le Istituzioni per due giorni si confrontano sulle terapie per combattere la Sclerosi Multipla, patologia altamente invalidante di cui soffrono ben 65 mila italiani.

Si apre oggi a Roma al MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, B.E.M.S.®, Best Evidences in Multiple Sclerosis, uno dei maggiori appuntamenti dedicati a questa malattia, contro la quale oggi lottano circa tre milioni di persone in tutto il mondo.

L’evento, interamente  organizzato da Teva Italia, da sempre impegnata nel rendere accessibili cure di alta qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione sia di medicinali equivalenti sia di farmaci innovativi, specialità farmaceutiche e principi attivi, aprirà il dibattito sulle nuove soluzioni per combattere questa malattia e per dare ai malati e ai loro familiari la speranza per una  qualità di vita sempre migliore. Ancora una volta il paziente è al centro dell’attenzione e dell’attività di Teva, che continua a sviluppare terapie sempre più “a misura” del singolo malato.

La Sclerosi Multipla infatti può incidere pesantemente sulla quotidianità e sull’intera esistenza: sono le donne le più colpite dalla patologia, soprattutto in giovane età, tra i 20 e i 40 anni, periodo della vita in cui si fanno importanti progetti personali e professionali. È anche una delle malattie socialmente più costose: da un’indagine dell’Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) risulta che in Italia il costo sociale è di circa 2,5 miliardi di euro l’anno.

 

B.E.M.S.®, sottolinea ancora di più questi aspetti, toccando i temi gestionali, organizzativi, clinici, economici e di reale sostenibilità della Sclerosi Multipla, per cercare di instaurare una sempre più stretta collaborazione tra gli attori coinvolti e sottolineando la centralità del paziente nella ricerca di cure e farmaci innovativi.

 

“Teva prosegue il suo impegno nella ricerca di farmaci contro la Sclerosi Multipla per dare nuove speranze di cura ai malati e continua a lavorare per trovare non solo le soluzioni più adatte e sostenibili per ciascun paziente, ma anche per alleggerire i costi del Sistema Sanitario Nazionale – commenta Hubert Puech d’Alissac, AD di Teva Italia – L’azienda prosegue la sua collaborazione con la società scientifica e con l’associazione di pazienti  per interpretare al meglio tutte le necessità e affrontare insieme le problematiche dei malati. Per combattere la Sclerosi Multipla è inoltre essenziale un costante confronto tra medici esperti e il mondo delle istituzioni. È necessaria infatti una maggiore e proficua collaborazione per fornire risposte sempre più concrete ai pazienti e alla società civile”.

 

Durante la prima giornata verrà presentato il punto di vista delle Istituzioni e si parlerà di come sta cambiando lo scenario della sanità italiana e di quale impatto hanno i farmaci innovativi. In seguito all’illustrazione dei modelli gestionali di governance, la giornata si chiuderà con la tavola rotonda: “Impatto e sostenibilità dei diversi approcci diagnostico- terapeutici in SM”.

Nella seconda giornata invece si alterneranno gli interventi dei clinici, che tratteranno le tematiche più attuali e illustreranno gli studi più recenti sulla Sclerosi Multipla. I neurologi provenienti da tutta Italia presenteranno le tecniche di risonanza magnetica e toccheranno i temi della neurodegenerazione, della disabilità, della fatigue e della farmacogenomica.

 

“La ricerca in Italia, grazie ad aziende farmaceutiche multinazionali come Teva, sta facendo grandi passi avanti nella lotta alla Sclerosi Multipla, malattia cronica autoimmune che causa gravi disabilità – spiega il professor Giancarlo Comi, presidente della Società Italiana di Neurologia e direttore del Dipartimento di Neurologia e Istituto di Neurologia Sperimentale, Università Vita – Salute San Raffaele di Milano, nonché uno dei massimi esperti nella cura della Sclerosi Multipla – Per il trattamento di questa patologia invalidante si sono prospettate alcune novità terapeutiche importanti, tra le quali una molecola sviluppata da Teva”.

 

Teva

Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (NYSE: TEVA) è una delle principali aziende farmaceutiche mondiali. È impegnata nell’accrescere l’accesso a un’assistenza sanitaria di qualità attraverso lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di farmaci generici a prezzi accessibili, così come di farmaci innovativi e di specialità e principi attivi. Con sede in Israele, Teva è il più grande produttore di farmaci equivalenti al mondo, con un portfolio prodotti globale di oltre 1.000 molecole e una presenza diretta in circa 60 paesi. Per quanto riguarda i farmaci a marchio, Teva concentra la sua attività di sviluppo nell’area delle malattie neurologiche, oncologiche, dolore, respiratorie e della salute della donna, oltre che nel settore dei farmaci biotecnologici e biosimilari. Teva impiega circa 46.000 persone in tutto il mondo e ha registrato 20,3 miliardi di dollari in ricavi netti nel 2012. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: