Il cervello e la diversa comunic…

Una perfetta mescolanza d…

Depressione: le lunghe maratone …

Puo' sembrare una cosa in…

Approvazione europea per linagli…

La Commissione Europea ha…

Cloro in piscina con troppo clor…

E' fra gli sport più bene…

La Società Scientifica di Epiles…

Bologna, 11 luglio 2012 -…

Nuovo Poliambulatorio Castel San…

Artrosi e osteoartrosi af…

Infezioni batteriche ostacolate …

Per combattere le infezio…

Diabete di tipo 2: effetti posit…

L’Italian Barometer Dia…

Latanoprost: l’ingresso dei gene…

Si chiude con una sentenz…

Testosterone contro andropausa, …

Il buon umore, la fertili…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Grazie ad un raro batterio, scoperta chiave che permette all’alcol di agganciarsi al cervello


Grazie a un raro batterio che vive nelle Alpi svizzere i ricercatori dell’istituto Pasteur di Parigi e quelli dell’universita’ del Texas hanno scoperto uno dei siti chiave dove l’alcol si aggancia alle proteine del cervello. Lo studio, descritto su ‘Nature Communication’, potrebbe portare a farmaci che impediscono questo legame.Gloeobacter-violaceus I ‘sospetti’ dei ricercatori, spiega l’articolo, sono da tempo concentrati su proteine particolari chiamate ‘canali ionici’, ma non c’e’ mai stata la prova definitiva perche’ sono molto difficili da cristallizzare e quindi da studiare sia libere sia legate all’alcol. Analizzando per altri motivi il Gloeobacter violaceus, un batterio presente nei propri archivi, i ricercatori francesi sono pero’ riusciti a trovare una proteina estremamente simile a quella umana, e a cristallizzarla. A questo punto i due gruppi sono riusciti a ‘vedere’ la proteina legata all’alcol, stabilendo il sito di ‘attacco’: “E’ una cosa cui non si sarebbe mai arrivati con un approccio logico – scrivono gli autori – nessuno avrebbe mai immaginato che un oscuro batterio contenesse una proteina tanto simile a quella umana”

1 comment

  1. Pingback: Grazie ad un raro batterio, scoperta chiave che permette all’alcol di agganciarsi al cervello | Solo Sogni Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi