Riforma degli Ordini: occasione …

"Non è pensabile che dopo…

Alzheimer: una risonanza potrebb…

Con una risonanza al cerv…

Riprendere peso ed effetto yoyo:…

Una sola proteina, la ver…

Dolore: cresce del 15% il consum…

Si concludono oggi le pri…

Gambe senza riposo: dagli oppioi…

La “Restless Legs Syndrom…

Acido folico e Vitamina B12 prev…

L’assunzione di acido fol…

Cinque volti della nevralgia si …

Bruciante, formicolante, …

Come il cervello "legge", preved…

Tecniche di risonanza mag…

Addio, Renato Dulbecco, protagon…

Con Renato Dulbecco scomp…

Scompenso cardiaco: l'Universita…

Sono stati scoperti i mec…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Arterie: scoperto un gene implicato nel loro indurimento


Gli scienziati del Sanford-Burnham Medical Research Institute hanno scoperto un gene sul quale si puo’ andare ad agire per pevenire l’indurimento delle pareti arteriose. Lo studio compare sulla rivista ‘Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology’.   Il gene in questione si chiama Dkk1 e codifica per una proteina che gioca un ruolo nell’incremento della popolazione delle cellule del tessuto connettivo durante la riparazione delle ferite.
Si tratta di un’attivita’ eccessivamente prolungata di questo gene puo’ pero’ portare a fibrosi e all’irrigidimento delle arterie. La scoperta suggerisce che lo sviluppo di terapie farmacologiche che inibiscano selettivamente l’attivita’ endoteliale del gene Dkk1 potrebbe limitare le malattie arterioscleroriche.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x