Innovazione in campo nutrizional…

Il test genetico e l’inte…

Diabete: quali sono i legami con…

Ci sarebbe un legame tra …

Arriva il contraccettivo dei cin…

[caption id="attachment_8…

Il meccanismo che decide la fine…

I ricercatori del Sanford…

Carenza di ferro e anemia: nel m…

Diete sbagliate e disturb…

Il colore dei capelli 'estratto'…

E' possibile grazie all'i…

Il Consiglio di Stato conferma c…

Roma, 11 marzo 2013 - “Fa…

Cervello: la precarietà della ma…

L'instabilita' della …

Quando il dentista è in vacanza …

Dal dottor Marco Turc…

Scoprire e trattare l’intolleran…

Milano, 16 dicembre 2013 …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Metalli pesanti nei cosmetici: arriva un nuovo pericolo per la salute


Una nuova ricerca rivela che sono ancora troppe le sostanze pericolose per la salute contenute nei cosmetici: vediamo quali e seguiamo poi i consigli degli esperti di Altroconsumo su come sceglierli sicuri.
La bellezza, il sentirsi più piacevoli, non dovrebbe andare a scapito della salute.
Eppure questo rischio c’è, se non si prendono alcuni accorgimenti e non si è informati sui pericoli nascosti nei prodotti cosmetici.metalli_cosmetici

A questo proposito giunge una nuova ricerca pubblicata su Environmental Health Perspectives, in cui si evidenzia come, per esempio, vi siano ancora preoccupanti livelli di metalli tossici in rossetti e lucida labbra. Dato più preoccupante se si pensa che questi prodotti finiscono per essere facilmente assorbiti dalle mucose, dato che sono a stretto contatto con la bocca.

Ad aver trovato livelli pericolosi di metalli tossici in questi prodotti sono stati i ricercatori della UCB, l’Università della California a Berkeley  – School of Public Health. La scoperta è stata fatta dopo aver analizzato 32 diversi tipi di rossetto e lucida labbra di diverse tra le più diffuse marche, vendute sia in farmacia che al supermercato.
Tra i vari metalli trovati nei prodotti analizzati vi erano piombo, cadmio, cromo, alluminio e altri cinque metalli. Alcuni di questi metalli erano presenti in quantità tali da poter essere dannosi per la salute.

Certo, non è la prima volta che uno studio scopre la presenza di metalli tossici nei prodotti cosmetici, tuttavia questo è il primo ad aver analizzato la concentrazione di questi per poi raffrontarla con il potenziale assorbimento giornaliero da parte degli utilizzatori. Questi dati, infine, sono stati confrontati con quelle che sono le linee guida circa la massima assunzione di questo genere di metalli, prima che sia da considerarsi pericolosa.

«La sola ricerca di questi metalli non è il problema: è il livello di questi la questione – ha spiegato S. Katharine Hammond, professore di scienze della salute ambientale e autore principale dello studio – Alcuni dei metalli tossici si riscontrano a livelli che potrebbero avere un effetto [deleterio] nel lungo termine».

I problema, come accennato, e che prodotti quali i rossetti e i lucida labbra vengono assorbiti più facilmente dato che sono distribuiti appunto sulle labbra.
Secondo le stime, da un utilizzo medio di una sola passata sulle labbra corrisponde una ingestione giornaliera media di 24 milligrammi di prodotto. Se poi il rossetto viene applicato più volte al giorno, questa ingestione può arrivare anche a 87 milligrammi al giorno.

Queste dosi possono apparire basse a prima vista. Ma non bisogna dimenticare che stiamo parlando di metalli tossici. Per esempio, l’assorbimento eccessivo di cromo è stato associato ai tumori dello stomaco; il manganese è stato collegato a effetti tossici sul sistema nervoso.
A proposito della presenza di metalli tossici nei prodotti cosmetici, c’è da dire che l’Unione europea ritiene cadmio, cromo e piombo ingredienti inaccettabili a qualsiasi livello. Ci sono però prodotti che spesso sfuggono ai controlli e di cui non si sa esattamente quali siano le concentrazioni in essi.

A mettere sull’avviso i consumatori sul rischio di assorbire sostanze che potrebbero interferire con il sistema ormonale, sono anche gli esperti di Altroconsumo che hanno portato in laboratorio decine di prodotti: creme, deodoranti, trucchi, shampoo, collutori, smalti, balsami. I test avevano lo scopo di scovare le sostanze potenzialmente pericolose contenuti nei cosmetici.

Dai risultati è emerso che, per tutti i cosmetici analizzati, le sostanze ricercate  – e in particolare l’ethylhexyl methoxycinnamate, i filtri UV, il propylparaben, conservante, rispettavano i limiti di legge. Tuttavia – sottolineano gli esperti di Altroconsumo – una persona che faccia un uso intenso di cosmetici, incluse le creme solari, rischia di essere esposta oltre i limiti raccomandabili.

Come fare dunque per fare degli acquisti sicuri ed evitare di assorbire queste sostanze?
Ecco i consigli di Altroconsumo, che ricorda come nel caso dei cosmetici si abbia un importante vantaggio: tutti gli ingredienti sono elencati in etichetta, per legge. Si può quindi scegliere con una certa consapevolezza.

– Leggi sempre la lista degli ingredienti e preferisci i prodotti privi delle sostanze più dubbie.
– Fai particolare attenzione ai prodotti che rimangono a lungo a contatto con l’organismo, come le creme, rispetto ai prodotti che si risciacquano, come saponi e shampoo.
– Se usi molti cosmetici, evita in particolare i prodotti che contengono propylparaben e butylparaben, specialmente se sono creme che non si risciacquano.
– Evita l’uso non giustificato di prodotti che contengono filtri UV (ma non scordarli mai se ti esponi al sole).
– Presta particolare attenzione ai prodotti per i bambini e le donne in gravidanza: sono due categorie più sensibili agli effetti degli interferenti endocrini.
– Non lasciarti incantare da slogan di scarso significato, come “naturale”, “non allergenico”, “clinicamente testato” e simili: per scegliere basati solo della lista ingredienti riportata sulla confezione, che dà le uniche indicazioni che posso essere utili.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!