Diabete: prevenzione in età neon…

Bassi livelli dell'aminoa…

Anoressia: la malattia che alter…

Malattia altera percezi…

Fertilita': incidenza corretta a…

[caption id="attachment_1…

Dolore Cronico per oltre 745.000…

Il 15 ottobre, arriva in …

Epatite C: tracce di RNA virale …

Il virus dell'epatite C …

Viaggio nell'universo femminile …

I falsi miti conosciuti…

Anche i neopapa' alla nascita de…

[caption id="attachment_8…

About Pharma Digital Awards: “La…

Roma, 10 novembre 2014 – …

Cancro alla mammella: farmaco sp…

Un nuovo farmaco sperimen…

Smog: tra i probabili effetti il…

Secondo uno studio pubbli…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cellule staminali nei topi in grado di rigenerare parti del corpo


Gli scienziati della New York University hanno identificato una popolazione di cellule staminali che giacciono alla base dell’unghia del topo e che possono guidare la ricrescita del dito parzialmente amputato. Tuttavia, questo processo puo’ essere completato dalle cellule solo se e’ rimasto sufficiente epitelio dell’unghia, il tessuto immediatamente sotto l’unghia.
Come si legge su ‘Nature’, il processo e’ limitato rispetto ai poteri di rigenerazione degli anfibi, ma ci sono alcune cose simili, dalle molecole coinvolte al atto che i nervi sono necessari. “Questo studio suggerisce che l’uomo possiede parzialmente i meccanismi rigenerativi che operano negli anfibi”, ha commentato Mayumi Ito, che ha condotto lo studio. Nella rigenerazione del dito, scatta lo stesso segnale che sostiene la crescita continua dell’unghia, il segnale Wnt: attraverso una proteina chiamata FDF2, i nervi portano alla crescita di cellule mesenchimali, che ripristinano tessuti come ossa, tendini e muscoli, nel giro di 5 settimane.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi