Ring14: Telethon finanzia un pro…

Per la prima volta Tele…

Obesità e carenza di vitamina D,…

Sono stati pubblicati sul…

Cancro ovarico: oltre 5000 nuovi…

E' sconosciuto o confuso …

Abbronzatura: il meccanismo biol…

Lo scorso anno un team di…

Uno scheletro di due milioni di …

[caption id="attachment_6…

Fondazione Cesare Serono accende…

La nuova sezione del…

Malattia di Huntington: una prot…

[caption id="attachment_8…

Helicobacter pylori, potrebbe va…

L'Helicobacter pylori, il…

Meningite: arriva primo vaccino …

[caption id="attachment_9…

Cecità simulata, per recuperare …

La cecita' "simulata" pot…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cellule staminali nei topi in grado di rigenerare parti del corpo


Gli scienziati della New York University hanno identificato una popolazione di cellule staminali che giacciono alla base dell’unghia del topo e che possono guidare la ricrescita del dito parzialmente amputato. Tuttavia, questo processo puo’ essere completato dalle cellule solo se e’ rimasto sufficiente epitelio dell’unghia, il tessuto immediatamente sotto l’unghia.
Come si legge su ‘Nature’, il processo e’ limitato rispetto ai poteri di rigenerazione degli anfibi, ma ci sono alcune cose simili, dalle molecole coinvolte al atto che i nervi sono necessari. “Questo studio suggerisce che l’uomo possiede parzialmente i meccanismi rigenerativi che operano negli anfibi”, ha commentato Mayumi Ito, che ha condotto lo studio. Nella rigenerazione del dito, scatta lo stesso segnale che sostiene la crescita continua dell’unghia, il segnale Wnt: attraverso una proteina chiamata FDF2, i nervi portano alla crescita di cellule mesenchimali, che ripristinano tessuti come ossa, tendini e muscoli, nel giro di 5 settimane.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi