Diabete: ferite curate e frequen…

Le ferite croniche, c…

Celiachia: un aiuto a contrastar…

[caption id="attachme…

Tossina botulinica efficace cont…

La tossina botulinica puo…

Akosol inventa il PTA Fotodinami…

 Un pool di scienziati è …

Il metodo della riabilitazione p…

L’innovativo approccio ri…

Tumore al seno: significativa so…

[caption id="attachme…

Le regole 'genetiche' dell'attra…

[caption id="attachment_8…

Fecondazione eterologa: le indic…

ROMA, 3 giugno 2014 – In …

Urologia: per gli uomini si cons…

Appello degli urologi agl…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Emozioni: lette per la prima volta direttamente dal cervello


Per la prima volta, gli scienziati della Carnegie Mellon University hanno identificato le emozioni provate da una persona sulla base della sua attivita’ cerebrale. Si tratti di uno studio che estende il campo della “lettura della mente” ai sentimenti, applicando tecniche di apprendimento meccanico a dati provenienti dalla risonanza magnetica funzionale per immagini. La ricerca e’ stata pubblicata sulla rivista PLoS ONE.brain Le scoperte hanno mostrato come il cervello categorizza le emozioni, fornendo ai ricercatori il primo processo affidabile per analizzare le emozioni umane. Finora, la ricerca sulle emozioni era stata ostacolata dalla mancanza di metodi affidabili per la loro valutazione, soprattutto perche’ i soggetti erano spesso riluttanti a riferire con onesta’ i propri sentimenti. La nuova tecnica, che analizza l’attivita’ neurale associandola a emozioni come rabbia, disgusto, invidia, paura, felicita’, lussuria, orgoglio, tristezza e vergogna, ha raggiunto in vari test un’accuratezza che non e’ mai scesa al di sotto del 70 per cento, con punte del 91 per cento.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi