Epilessia: ricerca italiana piu'…

[caption id="attachment…

Nefrologia: un italiano su 7 sof…

In Italia circa una perso…

E’ tempo di riconsiderare l’obbl…

“Le vaccinazioni sono uno…

La Federazione degli Ordini non …

Roma, 5 luglio 2013 - Dal…

Un vaccino che si mantenga stabi…

[caption id="attachment_6…

HIV: promettente gel che inibisc…

Un nuovo gel microbiocida…

“Un mare di bambini” - 70° Congr…

Allergie, infezioni respi…

Medicina rigenerativa: ricreata …

[caption id="attachment_7…

I batteri aiutano e proteggono i…

Un team di ricercatori da…

Virus da raffreddore apre nuove …

Gli scienziati potrebbero…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Antiepilettici in gravidanza, più rischi motori per il nascituro


I farmaci antiepilettici usati in gravidanza incrementano il rischio di precoci problemi nello sviluppo. Lo studio, pubblicato sulla rivista Epilepsia, e’ stato condotto dall’Universita’ di Bergen, Norvegia. I risultati suggeriscono che i bambini esposti a farmaci antiepilettici nell’utero sono a maggior rischio per difficolta’ nello sviluppo motorio, capacita’ linguistiche, sociali e tratti autistici rispetto alle madri che non hanno assunto medicinali anti-crisi epilettiche.drugs I farmaci anti-epilettici vengono usati dallo 0,2-0,5 per cento delle donne epilettiche in gravidanza. Lo studio, che ha riguardato 333 bambini esposti a questi farmaci durante la gestazione, ha mostrato che a 18 mesi comparivano problemi nello sviluppo motorio e tratti autistici, e a 36 mesi si verificavano anche difficolta’ linguistiche. Non c’era invece nessun problema per i figli di donne epilettiche che non avevano assunto farmaci durante la gravidanza.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!