Fibrillazione: espone a rischio …

Migliore salute e vita pi…

Le ultime novità sull’emicrania:…

[caption id="attachment_7…

Un gene duplicato....male, ha sc…

Interferendo con l'azione…

Carcinoma prostatico, arriva il …

Carcinoma prostatico, una…

Da Bergamo uno studio innovativo…

[caption id="attachment_7…

Microtecnologie al servizio degl…

[caption id="attachment_6…

Densità mammaria e rischio di sv…

Le donne il cui seno appa…

Aglio, cipolla e pomodoro: il su…

Il segreto è nel soffritt…

Ritmo cardiaco: resettabile con …

Trasferendo con un vettor…

Cancro del colon-retto: un test …

Un test da fare a casa, m…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Antiepilettici in gravidanza, più rischi motori per il nascituro


I farmaci antiepilettici usati in gravidanza incrementano il rischio di precoci problemi nello sviluppo. Lo studio, pubblicato sulla rivista Epilepsia, e’ stato condotto dall’Universita’ di Bergen, Norvegia. I risultati suggeriscono che i bambini esposti a farmaci antiepilettici nell’utero sono a maggior rischio per difficolta’ nello sviluppo motorio, capacita’ linguistiche, sociali e tratti autistici rispetto alle madri che non hanno assunto medicinali anti-crisi epilettiche.drugs I farmaci anti-epilettici vengono usati dallo 0,2-0,5 per cento delle donne epilettiche in gravidanza. Lo studio, che ha riguardato 333 bambini esposti a questi farmaci durante la gestazione, ha mostrato che a 18 mesi comparivano problemi nello sviluppo motorio e tratti autistici, e a 36 mesi si verificavano anche difficolta’ linguistiche. Non c’era invece nessun problema per i figli di donne epilettiche che non avevano assunto farmaci durante la gravidanza.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi