Respinta la legge 40 dalla Corte…

Respinto, dalla Corte eur…

Insonnia: studiate le differenze…

Le persone che soffrono …

Tumori: curare la depressione mi…

Centinaia di malati di ca…

Clinical Trial Center: nasce al …

Roma, 16 gennaio 2014 – I…

Tumore ovarico: nell'immunoterap…

Oggi la quinta giornata…

Amiloide: proteina responsabile …

[caption id="attachment_9…

L'effetto antinfiammatorio del G…

[caption id="attachment_6…

Ricerca evidenzia il meccanismo …

[caption id="attachme…

Febbre tifoidea: ottimi risultat…

Sono positivi i risultati…

Distrofia di Duchenne: staminali…

Cellule staminali "da un…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro: individuarlo sfruttando la “golosità” delle cellule maligne


Il cancro potrebbe essere individuato visualizzando il consumo di zuccheri tramite risonanza magnetica per immagini (Mri). La nuova tecnica di imaging sviluppata dagli scienziati dello University Colege London potrebbe fornire un’alternativa sicura e piu’ semplice alle tecniche radioattive standard e permettere ai radiologi di avere un’immagine del tumore con maggiore dettaglio. Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista ‘Nature Medicine’. Il nuovo sistema si chiama glucoCEST (glucose chemical exchange saturation transfer) e si basa sul fatto che i tumori consumano molto piu’ glucosio, un tipo di zucchero, rispetto ai tessuti normali per crescere. I ricercatori hanno scoperto che guardando all’assorbimento di glucosio con uno scanner Mri riuscivano a ottenere delle immagini piu’ chiare, in casi di eccessivi consumi nei modelli murini. Invece di iniettare il materiale radioattivo, gli scienziati hanno iniettato normale zucchero e poi controllato la risposta dell’organismo.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!