La retina potrebbe denunciare di…

[caption id="attachment_1…

Sigarette elettroniche: meno dan…

Le sigarette elettronich…

Retiniti e maculopatie: nuove pr…

[caption id="attachme…

Ricerca approfondisce l'argoment…

[caption id="attachment_5…

L'emoglobina: una riserva di oss…

Una ricerca sul Parkinson…

Individuato il 'tallone d'Achill…

Uno studio dell'Istituto …

La differenziazione delle cellul…

Sono alcune cascate d…

Origini del "mondo a RNA": adess…

La ricostruzione della st…

Vitiligine: novità terapeutiche …

Nessuna cura, tante cure.…

Dalle nanobiotecnologie efficaci…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro: individuarlo sfruttando la “golosità” delle cellule maligne


Il cancro potrebbe essere individuato visualizzando il consumo di zuccheri tramite risonanza magnetica per immagini (Mri). La nuova tecnica di imaging sviluppata dagli scienziati dello University Colege London potrebbe fornire un’alternativa sicura e piu’ semplice alle tecniche radioattive standard e permettere ai radiologi di avere un’immagine del tumore con maggiore dettaglio. Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista ‘Nature Medicine’. Il nuovo sistema si chiama glucoCEST (glucose chemical exchange saturation transfer) e si basa sul fatto che i tumori consumano molto piu’ glucosio, un tipo di zucchero, rispetto ai tessuti normali per crescere. I ricercatori hanno scoperto che guardando all’assorbimento di glucosio con uno scanner Mri riuscivano a ottenere delle immagini piu’ chiare, in casi di eccessivi consumi nei modelli murini. Invece di iniettare il materiale radioattivo, gli scienziati hanno iniettato normale zucchero e poi controllato la risposta dell’organismo.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x