Morbo di Parkinson: nuova cura c…

Una nuova terapia, che si…

Un ormone dal ruolo chiave per g…

[caption id="attachment_6…

Tumore alla vescica: telomeri co…

La combinazione fra telom…

Le vie del placebo non si ferman…

[caption id="attachme…

Aiuti "di ferro" riducono l'affa…

I supplementi al ferro s…

Una pillola che ci convincerà ch…

Scoperta americana. Il co…

Acidi grassi omega-3 per miglior…

Bassi livelli di acidi gr…

USA: staminali per produrre ovul…

I testi scientifici sulla…

BPCO: arricchire le conoscenze p…

Milano, 17 settembre 2013…

Lo zucchero abbassa i livelli de…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Peste: il bacillo si può rilevare con un metodo semplice


Diagnosticare la presenza dello Yersinia pestis, bacillo che causa la peste, potrebbe presto essere molto facile. Un team di ricercatori coordinati da Peter Seeberger, direttore del Max Planck Institute of Colloids and Interfaces (Mpikg), ha escogitato un metodo semplice, poco costoso e affidabile di rilevare il batterio.   Il gruppo ha identificato e sintetizzato una struttura oligosaccaride sulla superficie batterica dello Yersinia pestis successivamente combinata con una proteina che ne aumenta l’effetto immunologico. Gli scienziati hanno utilizzato l’oligosaccaride antigene per creare anticorpi che aiutano direttamente a rilevare l’agente patogeno della peste nei campioni infetti. Attraverso il rilevamento della presenza eventuale di anticorpi contro la superficie di glicano nel sangue dei pazienti infetti e’ possibile diagnosticare l’infezione da Yersinia pestis.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!