CANCRO AL SENO: NUOVA DIAGNOSI P…

[caption id="attachme…

Eternit: perché è "killer".

Asbesto, asbestosi. Parol…

Danni all'udito: un singolo even…

Un solo concerto rock o u…

Meningite: nanoparticelle d'oro …

[caption id="attachme…

AIDS: allattare fino al quarto m…

  Le mamme con infezio…

L'alcol "al femminile" è più spi…

Le donne che assumono bev…

Epigenetica: seguire in 3D le tr…

Roma, 02 dic. Al via il p…

Resistenza agli antibiotici: per…

Il fenomeno della resiste…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Peste: il bacillo si può rilevare con un metodo semplice


Diagnosticare la presenza dello Yersinia pestis, bacillo che causa la peste, potrebbe presto essere molto facile. Un team di ricercatori coordinati da Peter Seeberger, direttore del Max Planck Institute of Colloids and Interfaces (Mpikg), ha escogitato un metodo semplice, poco costoso e affidabile di rilevare il batterio.   Il gruppo ha identificato e sintetizzato una struttura oligosaccaride sulla superficie batterica dello Yersinia pestis successivamente combinata con una proteina che ne aumenta l’effetto immunologico. Gli scienziati hanno utilizzato l’oligosaccaride antigene per creare anticorpi che aiutano direttamente a rilevare l’agente patogeno della peste nei campioni infetti. Attraverso il rilevamento della presenza eventuale di anticorpi contro la superficie di glicano nel sangue dei pazienti infetti e’ possibile diagnosticare l’infezione da Yersinia pestis.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi