Sclerosi multipla: non e' solo u…

[caption id="attachment_1…

Bimbi prematuri: staminali ripar…

Le cellule staminali poss…

Leucemia linfoblastica acuta: un…

[caption id="attachment_1…

Federsalus scende in campo contr…

FederSalus plaude l’azi…

Vaiolo: debellato il virus umano…

Il virus del vaiolo bovin…

Meno rischi di fratture ossee pe…

Le donne di colore o asia…

Ictus: la gravidanza può essere …

I casi di ictus legato al…

Diabete di tipo 2: livelli di am…

I livelli di alcuni meta…

Broncopneumopatia Cronica Ostrut…

In prossimità della XIII …

Pomodoro: sequenziato l'intero g…

Il risultato, di grande i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Peste: il bacillo si può rilevare con un metodo semplice


Diagnosticare la presenza dello Yersinia pestis, bacillo che causa la peste, potrebbe presto essere molto facile. Un team di ricercatori coordinati da Peter Seeberger, direttore del Max Planck Institute of Colloids and Interfaces (Mpikg), ha escogitato un metodo semplice, poco costoso e affidabile di rilevare il batterio.   Il gruppo ha identificato e sintetizzato una struttura oligosaccaride sulla superficie batterica dello Yersinia pestis successivamente combinata con una proteina che ne aumenta l’effetto immunologico. Gli scienziati hanno utilizzato l’oligosaccaride antigene per creare anticorpi che aiutano direttamente a rilevare l’agente patogeno della peste nei campioni infetti. Attraverso il rilevamento della presenza eventuale di anticorpi contro la superficie di glicano nel sangue dei pazienti infetti e’ possibile diagnosticare l’infezione da Yersinia pestis.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!