Diabete: varianti genetiche inci…

[caption id="attachme…

Decadimento muscolare: scoperta …

[caption id="attachment_6…

Tumore al seno: un test genomico…

La diagnosi, già in uso i…

Dal CNR: il gene chiave per lo s…

[caption id="attachme…

Cellule staminali tumorali: nuov…

[caption id="attachment_8…

Dalla Ginecologia dell’Ospedale …

Unità Operativa Complessa…

Disfunzione erettile: potrebbe n…

I medici avvertono che sp…

Uveite: che cos'è?

L'uveite è un'infiamm…

Tumori: dal c-MET alla TAC a spi…

L'obbiettivo è il solito:…

Si premia l'eccellenza della ric…

Due giovani scienziate ha…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Peste: il bacillo si può rilevare con un metodo semplice


Diagnosticare la presenza dello Yersinia pestis, bacillo che causa la peste, potrebbe presto essere molto facile. Un team di ricercatori coordinati da Peter Seeberger, direttore del Max Planck Institute of Colloids and Interfaces (Mpikg), ha escogitato un metodo semplice, poco costoso e affidabile di rilevare il batterio.   Il gruppo ha identificato e sintetizzato una struttura oligosaccaride sulla superficie batterica dello Yersinia pestis successivamente combinata con una proteina che ne aumenta l’effetto immunologico. Gli scienziati hanno utilizzato l’oligosaccaride antigene per creare anticorpi che aiutano direttamente a rilevare l’agente patogeno della peste nei campioni infetti. Attraverso il rilevamento della presenza eventuale di anticorpi contro la superficie di glicano nel sangue dei pazienti infetti e’ possibile diagnosticare l’infezione da Yersinia pestis.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x