Ricerca italiana su sclerosi mul…

Il trattamento con cellul…

Come l'olio extravergine aiuta a…

[caption id="attachme…

Le sigarette veicolano ceppi bat…

Le sigarette sono "ampiam…

I benefici dell'uva ai reni

L'uva potrebbe essere un'…

Cancro al pancreas: specifici ba…

I pazienti con cancro al …

Medtronic è tra le aziende più i…

Milano, 24 febbraio 2017 …

Scompensi cardiaci: entro il 202…

Entro il 2020 il numero d…

Acne, alto indice glicemico e di…

L'indice glicemico (IG) r…

L’uso degli equivalenti è un fat…

 Nell’ambito del tavolo s…

Le proteine del capside virale: …

Tumori: più che dai v…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Pertosse: si riaffaccia il virus, ma serve un nuovo vaccino


La pertosse sta ritornando perche’ il nuovo vaccino introdotto negli anni ’90, anche se da’ molti meno effetti collaterali, “copre” anche per molto meno tempo.pertosse
Lo ricorda un editoriale su ‘Science’, secondo cui e’ il momento di decidere se migliorare il vaccino esistente o tornare a quello del passato. Il vecchio vaccino, spiega l’articolo che raccoglie le ultime scoperte sul tema, era formato dal virus intero detossificato, mentre il nuovo e’ formato da alcuni frammenti di Dna. Questo fa si’ che non siano presenti le endotossine che nella versione originale causavano i maggiori effetti collaterali, ma ha anche il problema che il sistema immunitario viene stimolato solo da tre o quattro antigeni anziche’ dalle dozzine del vecchio tipo, e questo ha fatto si’ che si siano ripresentate epidemie della malattia, soprattutto negli Usa.

“Ironicamente – spiega l’articolo – alcuni studi hanno mostrato che erano proprio le endotossine a garantire la copertura a lungo termine”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!