Mamma, vado all’asilo. Tutti i c…

Decidere di mandare un ba…

Dentizione nei bambini: il peric…

E' noto il fenomeno della…

Alzheimer e neurodegenerazione: …

Uno studio pubblicato…

Gli spermatozoi annusano, e veng…

[caption id="attachment_7…

Nuova tecnica di imaging microsc…

[caption id="attachme…

Distrofia facio-scapolo-omerale:…

Uno studio finanziato da …

La peste nera: ricostruito l'int…

L'impresa è stata possibi…

Piastrine: studio CNR dimostra c…

Personalizzare i valori d…

L'innovativa tecnica della crioc…

[caption id="attachment_1…

Fumo in macchina: polveri sottil…

Una sigaretta in più, pro…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rapine nelle farmacie: un fenomeno esaltato dalla pausa estiva

FofiRoma, 1° agosto 2013 – “Di fronte a episodi drammatici come quello occorso al collega Giovanni Dardanelli di Milano, la prima e maggiore preoccupazione va a lui, con l’augurio che si rimetta completamente il prima possibile, ma in secondo luogo dobbiamo chiederci se non siamo in presenza di un picco nella frequenza delle rapine nelle farmacie e in una sorta di escalation: non è certo frequente che il rapinatore si presenti armato di pistola” dice il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani – e presidente dell’Ordine di Milano, Lodi, Monza e Brianza – Andrea Mandelli.


Il riferimento è alla rapina avvenuta l’altro ieri nel capoluogo lombardo, che è costata al farmacista una ferita da arma da fuoco al ginocchio. “Ora che si avvicina l’estate e che le nostr e città si spopolano, la farmacia diviene ancora più centrale come riferimento del cittadino, ma anche più esposta ai gesti dei malintenzionati. Siamo certi di poter contare sulla collaborazione che le Forze dell’Ordine ci hanno sempre dimostrato, per la quale le ringraziamo, e chiediamo a tutti uno sforzo ulteriore di vigilanza e di attenzione”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!