Premio Nobel per la fisica ai pi…

"A cosa serve la nostra i…

Test universitario USA migliora …

Una ricerca americana ha …

Tumori neuroendocrini: rari ma i…

[caption id="attachment_7…

Epatite C: la scoperta di intera…

La scoperta del ruolo chi…

Probiotici contro dissenteria

I batteri probiotici pos…

"L'ho già visto!" - Scienziati s…

Il suono di una voce che …

Un nuovo modello di orologio ato…

Intrappolando in un r…

Nei laboratori del Cardarelli pr…

[caption id="attachment_8…

Leucemia mieloide cronica: stori…

dell'inviata Manuela …

Al via il 6° Congresso Nazionale…

Sarà Napoli (Hotel Royal …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Janssen lancia l’applicazione “Cosa fare in caso di avvelenamenti”

janssenMilano, 2 settembre 2013 – E’ da oggi disponibile grazie a Janssen Italia l’applicazione “Cosa fare in caso di avvelenamenti”, un servizio che fornisce informazioni ed indicazioni in caso di esposizione o ingestione accidentale di agenti pericolosi: principali agenti tossici, piante e classi di farmaci.

Elaborata da un board scientifico di farmacisti e da T&C srl, con la consulenza del Centro Antiveleni dell’Azienda Ospedaliera “Ospedale Niguarda Ca’ Granda” di Milano, l’applicazione si propone come strumento di facile ed immediata consultazione. Suddivisa in sezioni, suggerisce le principali domande relative a “Cosa chiedere se ti chiamano per un consiglio” e permette la ricerca di informazioni per causa di avvelenamento e relativi antidoti disponibili.

“Cosa fare in caso di avvelenamenti” è la seconda di una collana di applicazioni, dopo “STRAVASI e CONTAMINAZIONI”, sviluppata da Segno&Forma per Janssen Italia; è disponibile gratuitamente, per gli operatori sanitari, su App Store (sia per iPhone che per iPad) e Google Play ed è accessibile tramite password che può essere richiesta via mail a janssenitalia@jacit.jnj.com

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x