Ricerca sull'ormone Cortisolo, c…

La ricerca ha chiarito il…

Da proteina di medusa possibile …

[caption id="attachment_9…

Cancro al colon: individuata pro…

Una nuova ricerca della W…

Biopsia prostatica: arrivano nuo…

Negli ultimi anni si e' a…

Celiachia e Osteoporosi: prevenz…

Milano, 9 ottobre 2014 – …

Cervello: lo sviluppo evolutivo …

Uno studio su topi ha dim…

Antibiotici ad ampio spettro: mi…

Un nuovo studio svela…

Leucemia in fase avanzata: nuovo…

In occasione di uno de…

Parkinson: il Tai Chi per manten…

I movimenti lenti e cont…

Ovulo non fecondato è brevettabi…

Sentenza della Corte Ue s…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Le patologie ostruttive polmonari accelerano i processi di degenerazione cognitiva

La malattia polmonare ostruttiva e’ associata ad un calo delle funzioni cognitive, comprese memoria ed elaborazione delle informazioni.


E’ quanto scoperto da un nuovo studio condotto da Fiona Cleutjens del CIRO presentato al congresso annuale della European Respiratory Society che suggerisce che un anomalo funzionamento cognitivo potrebbe essere un sintomo cruciale della malattia polmonare ostruttiva.   Il dato e’ emerso dall’analisi di 5764 persone affette dalla patologia polmonare e 37275 non colpite dalla condizione. Tutti i partecipanti sono stati sottoposti ad una serie di test per valutare le performance cognitive.

Gli individui con diagnosi di malattia polmonare ostruttiva hanno raccolto punteggi peggiori rispetto al gruppo di controllo nei test sulla memoria, sull’elaborazione delle informazioni e sui tempi di reazione, dimostrando che la patologia aumenta le possibilita’ di sviluppare disturbi cognitivi.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi