Tessuto renale creato in laborat…

Il primo passo verso il r…

Antibatterico di saponi e collut…

Si può trovare nel sapone…

Ultima gravidanza in tarda età a…

Avere figli piu' tardi ne…

Gli ormoni sessuali predetermina…

Analizzando la genesi del…

Linagliptin approvato dalla FDA …

Primo inibitore del DPP-4…

Parkinsonismo grave curato con c…

E' italiano il primo stud…

Peperoncino: in forma spray per …

Dalle lacrime alla cura…

Fumo passivo: come i non fumator…

Anche i non fumatori so…

Il vaccino veterinario più di su…

• Nel mondo sono oltre du…

SItI e Sanofi Pasteur MSD: partn…

Due giorni di formazione …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: scoperto meccanismo usato dal cervello per proteggersi

Identificato un percorso utilizzato dal cervello per cercare di proteggersi dalla tossicita’ del morbo di Alzheimer.


Lo ha annunciato un team di ricercatori della University of Western Ontario. La scoperta potrebbe essere sfruttata per futuri trattamenti. Gli studiosi hanno dimostrato che la tossicita’ del peptide beta-amiloide, principale colpevole dell’insorgenza della malattia, puo’ essere diminuita impedendo l’interazione con la proteina prionica.  Dai dati e’ emerso che quando la fosfoproteina 1 interagisce con la proteina prionica, impedendo l’interazione con il peptide beta-amiloide, protegge i neuroni. Aumentando o diminuendo i livelli della fosfoproteina 1 e’ possibile ridurre o incrementare la vulnerabilita’ dei neuroni agli attacchi del peptide. L’aumento della proteina nei topi e’, infatti, risultato associato ad una mitigazione e riduzione della tossicita’ del beta-amiloide. La ricerca e’ stata pubblicata sul Journal of Neuroscience.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x