Tumori e reflusso gastrico: casi…

L'obesita' potrebbe esser…

Il paziente "disegna" la cura de…

Un’indagine Doxa, commiss…

Meglio evitare parole tipo 'carc…

[caption id="attachme…

Alzheimer: da una nuova scoperta…

La scoperta di una nuova…

Broncopneumopatie cronico ostrut…

Gli inibitori della fosfo…

Tiroide: la memoria dei recettor…

[caption id="attachme…

Pillola anticoncezionale di terz…

La pillola anticonceziona…

Mammografia e densita' mammograf…

[caption id="attachment_7…

Eiaculazione precoce: in Italia …

Menarini ha acquisito i d…

Vescica iperattiva: efficace la …

Contro la sindrome de…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Parkinson: un peggioramento cognitivo segnala la neurodegenerazione

Il lieve peggioramento cognitivo nel morbo di Parkinson potrebbe essere legato a una estensiva neurodegenerazione.


Ricercatori dell’universita’ di Montreal e dell’Institut universitaire de geratrie de Montreal hanno esaminato i cambiamenti cerebrali nell’arco di 20 mesi in pazienti parkinsoniani con e senza lieve peggioramento cognitivo (Mci) nelle prime fasi della malattia.parkinson I risultati hanno mostrato che i pazienti con Mci avevano un significativo assottigliamento della corteccia e un’atrofia corticale piu’ marcata nel tempo rispetto ai pazienti senza Mci. Questo, a detta degli scienziati, suggerisce che l’Mci precoce nei pazienti con Parkinson potrebbe indicare una neurodegenerazione piu’ veloce. Lo studio e’ stato condotto da Alexandru Hanganu e Oury Monchi, che hanno presentato la loro ricerca durante il World Parkinson Congress che si sta tenendo a Montreal.

Archivi