Ottenuti neuroni da staminali de…

[caption id="attachment_9…

Mieloma multiplo: sviluppata nuo…

Sviluppata una molecola s…

L'olfatto risulta compromesso da…

[caption id="attachment_8…

MALATTIE DEL CAVO ORALE: UN PATT…

La posizione della Federa…

Aflatossine: scoperta proteina c…

[caption id="attachme…

Un laser per predire quanto rima…

Arriva dal Regno Unito.…

Alzheimer: si blocca con impulsi…

Lo sviluppo dell'Alzheime…

Insufficienza mitralica: basta u…

[caption id="attachment_1…

Infezioni difficili da curare: a…

L’Aifa ha autorizzato la …

Aspirina: protegge dal cancro al…

L'aspirina protegge dal t…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Paraplegici: la robotica in aiuto, con dispositivi collegati direttamente al cervello

Un sistema che unisce gli impulsi cerebrali alle abilita’ robotiche potrebbe presto fornire la capacita’ di camminare alle persone con le gambe paralizzate.

Si tratta di una nuova ricerca descritta sulla rivista Nature condotta da Jose’ Contreras-Vidal dell’Universita’ di Houston in Texas. Lo studio sta cercando di connettere le onde cerebrali umane all’esoscheletro di Rex Bionics, robot indossabile disponibile in commercio che permette ai paraplegici di camminare lentamente e perfino di salire le scale. Gli scienziati utilizzano le informazioni fornite dalle onde cerebrali per controllare l’esoscheletro.   Gli esoscheletri attualmente disponibili usano il computer per dirigere i loro movimenti ma, sostiene Contreras-Vidal, il ricorso alle onde cerebrali migliora di molto il controllo dei movimenti: “Con la connessione al cervello, il robot diventa letteralmente parte dell’uomo”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x