[Cordis] Il grid computing per l…

[caption id="attachment_8…

Dall'uomo al moscerino della fru…

Una nuova ricerca ha dimo…

Alzheimer: sperimentazione nuova…

Il morbo di Alzheimer e' …

Le opinioni altrui hanno un'infl…

Anche se a tutti piace pe…

Dalle cozze arriva la nuova supe…

(ANSA)Arriva dalle cozze …

Sei stato allattato al seno? Far…

Lo sostiene uno studio in…

Frattura spina dorsale: interven…

Nel caso di fratture da…

Batteri intestinali: spesso deli…

La scelta di un cibo piut…

Progetto Behta, 80 specialisti d…

Napoli, 16 Aprile – Sono …

Stafilococco aureo: allo studio …

Il National Institutes of…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Parkinson: guida sicura con la stimolazione cerebrale

La stimolazione cerebrale profonda potrebbe aiutare le persone affette dal morbo di Parkinson a tornare a guidare con serenita’ un’automobile, secondo un nuovo studio condotto da Carsten Buhmann (University Medical Center Hamburg-Eppendorf), pubblicato sulla rivista Neurology e promosso su un campione di sessantacinque persone.

La stimolazione cerebrale profonda utilizza un impianto chirurgico simile ad un pacemaker per inviare impulsi elettrici al cervello.
I test hanno coinvolto ventitre’ partecipanti affetti dal morbo con stimolatori cerebrali profondi, ventuno affetti dal morbo senza stimolatori e ventuno sani. Le prestazioni alla guida sono state valutate attraverso l’uso di simulatori. Dai dati raccolti e’ emerso che i pazienti con Parkinson senza stimolatori hanno avuto prestazioni peggiori rispetto ai partecipanti di controllo e a quelli dotati dell’impianto. E non solo: la stimolazione e’ risultata piu’ efficace nel ridurre gli errori alla guida del levodopa, comunemente utilizzato per il trattamento della malattia

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi