Allarme merenda, per 6 esperti s…

La merenda giusta per i b…

Leucemia: nuovo farmaco, grandi …

Un importante risultato d…

La diagnosi prenatale non-invasi…

A WORKFLOW FOR THE ISOLAT…

Ipertensione resistente: conferm…

I dati di due studi clini…

Epatite C: principale farmaco co…

L’FDA concede la procedur…

I pediatri SIPPS: lo yoga, buon …

Roma, 31 gennaio 2013 –…

Cancro del colon: cane individua…

I cani sono in grado di f…

RNA soccorre le cellule in crisi…

(Adnkronos Salute) - Di …

La prescrizione per principio at…

AssoGenerici apprezza la …

Jogging: anche pochi minuti al g…

- Correre anche solo poch…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ansia e ictus: lo stretto rapporto di causa-effetto

Maggiore e’ il livello di ansia, maggiore e’ il rischio di avere un ictus.


A dirlo, un nuovo studio pubblicato sulla rivista Stroke, giornale dell’American Heart Association. Lo studio e’ il primo in cui gli scienziati hanno collegato ansia e ictus, indipendentemente da altri fattori come la depressione.   La ricerca e’ stata condotta dalla University of Pittsburgh School of Medicine.Gli scienziati hanno studiato un gruppo rappresentativo di 6019 persone, con eta’ compresa fra 25 e 74 anni, facenti parte del National Health and Nutrition Examination Survey nazionale. I partecipanti sono stati sottoposti a un colloquio e hanno effettuato esami del sangue e medici, oltre a compilare questionari psicologici di valutazione dei livelli di ansia e depressione.

I risultati hanno mostrato che anche un modesto aumento di ansia era associato con un rischio maggiore di ictus. Le persone nel piu’ alto terzo dei sintomi di ansia, avevano un rischio di ictus del 33 per cento superiore a quelle con i livelli piu’ bassi.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi