Sarcopenia: allarme 'muscoli deb…

Muscoli degli italiani so…

Scoperto legame tra rottura del …

Scienziati in Belgio, Pae…

Smascherato il gene del raptus: …

[caption id="attachment_1…

Fibrillazione atriale: antidolor…

L'uso degli antidolorifi…

Opsine per attivare neuroni con …

Un ampio screening geneti…

Il Nobel per la chimica del 2011…

Daniel Shechtman, nato …

Cellule staminali in soccorso de…

[caption id="attachme…

Tecnica 'allena' il sistema immu…

Le cellule del sistema im…

Studio MIMOSA: deluse le aspetta…

[caption id="attachme…

Gas intestinali possono essere a…

Il gas presente nel nostr…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cervello: ultrasuoni migliorano le percezioni sensoriali

Gli ultrasuoni, indirizzati verso una specifica regione del cervello, possono modulare l’attivita’ di questo organo potenziando la percezione e la discriminazione sensoriale negli umani.


Lo studio e’ stato condotto da William Tyler e colleghi del Virginia Tech Carilion Research Institute e pubblicato sulla rivista ‘Nature Neuroscience’. Si tratta della prima volta che si dimostra un effetto di questo genere da parte di ultrasuoni transcranici a bassa intensita’.  In particolare, gli scienziati hanno rivolto gli ultrasuoni verso un’area della corteccia cerebrale che riceve informazioni dalle mani e elabora i dati sensoriali. Per stimolare il nervo mediano e’ stato posizionato un piccolo elettrodo sul polso di alcuni volontari: mediante elettroncefalografo, gli studiosi hanno scoperto che gli ultrasuoni indebolivano il segnale Eeg e le onde del cervello responsabili della codifica della stimolazione tattile.

Inoltre, e significativamente, i soggetti mostravano notevoli miglioramenti in due test neurologici classici sulla sensorialita’, distinguendo puntini a distanza piu’ ravvicinata e riconoscendo frequenze sonore solo lievemente diverse. In particolare, questo effetto si otterrebbe dirigendo gli ultrasuoni “verso una piccola area cerebrale, grande piu’ o meno come una m&m’s”, spiegano gli scienziati. .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi