AIDS: estratti dell'albero di Ne…

Estratti dell'albero del …

L'Alzheimer si propaga a livello…

[caption id="attachment_1…

Dolore: stop a FANS e COXIB nell…

Ridurre l’uso improprio d…

A Verona il primo test del Dna a…

Personal Genomics, spin-…

Tumori ai polmoni: nuove speranz…

Tumore al polmone, uno s…

Merck Serono sponsor ufficiale d…

  I progressi della ri…

Sclerosi multipla: concorre anch…

[caption id="attachment_7…

Farmaci di uso comune potrebbero…

Gli antidolorifici come l…

A PARUZZARO L’OPEN DAY “SALUTE D…

Il 22 ottobre screening g…

Riprodotte le cellule dei vasi s…

Un team di ricercatori de…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Commozione cerebrale: pressoché inutili gli integratori

Puo’ un integratore alimentare curare una commozione cerebrale? No.


Queste affermazioni non sono supportate da prove scientifiche e potrebbe indurre i pazienti a riprendere le proprie attivita’ dopo aver assunto gli integratori alimentari. Brain-to-brain-interface.
Questi prodotti sono venduti su Internet e commercializzati utilizzando i social media, tra cui Facebook e Twitter.
Lo scorso dicembre, la FDA americana ha inviato una lettera di avvertimento a Star Scientific, Inc, per la commercializzazione del prodotto Anatabloc con le indicazioni per trattare le commozioni cerebrali.
Raccomandiamo ai consumatori di evitare di acquistare prodotti commercializzati come integratori alimentari che pretendono di prevenire, trattare o curare commozioni cerebrali e altre lesioni cerebrali traumatiche.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!