Dialisi: per allungare i tempi t…

Meno fosforo, latte,…

Alzheimer: bloccare il morbo cam…

Per ostacolare la progres…

Da oggi è attivo l'obbligo del p…

Con la pubblicazione sull…

Sanofi Pasteur MSD sostiene la I…

L'azienda dedicata esclus…

Tumore al seno: conoscere ll DNA…

Anche il tumore del seno …

Diabete Italia agli Assessori: …

“Poche risorse bastano pe…

Asma: quanto incide il rapido sv…

I neonati che crescono pi…

Per la crescita delle cellule ne…

L’unione fa la forza. Anc…

Estrogeni: causa diretta di canc…

Un nuovo studio della Que…

Coenzima Q10 per contrastare l'i…

Gli antiossidanti, presen…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Come il cervello aggiunge ai ricordi piccoli tasselli di presente

La nostra memoria funziona prendendo dei frammenti dal presente e inserendoli nei ricordi passati, di fatto riscrivendoli.


Lo studio della Northwestern University e’ stato pubblicato sulla rivista Journal of Neuroscience. Piuttosto che funzionare come una videocamera, dunque, la nostra memoria “aggiorna” il passato con informazioni attuali, editando i ricordi sulla scorta delle nuove esperienze. proteina_memoria“L’amore a prima vista – spiega Donna Jo Bridge, che ha condotto lo studio – e’ un esempio di quello che molto probabilmente e’ un trucco della memoria”. Si tratta del primo studio che mostra specificamente come la memoria compie errori: molto probabilmente si tratta di un meccanismo di adattamento, che ci aiuta a sopravvivere.

“La nostra memoria si adatta costantemente per aiutarci a compiere scelte giuste”, continua il ricercatore. E questo editing, come hanno mostrato gli esperimenti condotti con 17 uomini e donne, si svolge nell’ippocampo, che ha un po’ il ruolo che nei film ha il team di effetti speciali e l’editor della pellicola.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x