Fibre: trovato l'ingrediente che…

Un nuovo studio ha testat…

Alitosi: 90 percento dei casi da…

Sfatato mito: il 90% dei …

Olio extravergine di oliva: in q…

L'olio d'oliva è un com…

Il dolore cronico costa troppo a…

Grünenthal, Pain Alliance…

Appetito sessuale maggiore: comp…

Possedere un cromosoma in…

La fibrillazione atriale e la co…

La fibrillazione atriale,…

Dalla revisione delle linee guid…

Semplici modifiche al q…

Tumori, cancro e metastasi: ecco…

La ricerca ha prodotto 9 …

Una Stoccata Contro Il Tumore Al…

La campionessa olimpica E…

Cancro al fegato: vaccino vaiolo…

- Un farmaco ottenuto d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cellule staminali: scoperta una memoria meccanica

Le cellule staminali potrebbero possedere una “memoria meccanica” e differenziarsi sulla base delle condizioni in cui sono state conservate in un determinato ambiente.


A rivelarlo uno studio pubblicato sulla rivista Nature Materials da parte di un gruppo di scienziati della University of Colorado di Boulder.   Studi precedenti hanno mostrato che stimoli meccanici come la rigidita’ del gel in cui venivano coltivate le cellule staminali in laboratorio, potevano influenzare il modo in cui queste staminali si sarebbero poi differenziate, Ora, Kriti Anseth e colleghi hanno scoerto che la rigidita’ del gel di coltura indirizza il destino anche delle cellule mesenchimali umane. Questo effetto “memoria meccanica” e’ permesso dai co-attivatori trascrizionali YAP e TAZ.

I ricercatori hanno sfruttato questa capacita’ delle cellule staminali per indurle a differenziarsi in cellule ossee su substrati sui quali, invece, sarebbero naturalmente diventate cellule adipose.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!