Tumori: nuovo test a basso costo…

Messa a punto una nuova m…

Il meccanismo della molecola ant…

[caption id="attachment_8…

Caffè in gravidanza: rischi di l…

Le donne incinte che bevo…

Papillomavirus: il rischio di co…

Il 50% degli uomini p…

Antidepressivi in gravidanza: no…

Gli antidepressivi in gra…

San Valentino è il protettore de…

Martedì 14 febbraio 2012 …

Longevità femminile superiore al…

Le donne, si sa, tend…

Sudore: una fibra tessile studia…

I ricercatori dell'Imem-C…

Melanoma: incidenza di recidive …

Studio italiano scopre un…

Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

SLA: dieta ad alto contenuto calorico rallenta la progressione

Una dieta ad alto contenuto calorico puo’ rallentare la progressione della Sla, secondo i dati preliminari forniti da un nuovo studio del Massachusetts General Hospital pubblicato sulla rivista ‘Lancet’.


Aumentare il numero di calorie consumate dai pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica potrebbe essere una strategia relativamente semplice per estendere la loro sopravvivenza.SLA I ricercatori hanno dimostrato che i pazienti con Sla, che hanno ricevuto un’alimentazione via tubo ricca di carboidrati e calorie, hanno vissuto piu’ a lungo e con meno eventi avversi dei pazienti nutriti con alimentazione standard finalizzata a mantenere il peso forma.

“Siamo particolarmente entusiasti perche’ questi risultati forniscono la prima prova preliminare del fatto che un intervento dietetico riesca a migliorare l’aspettativa di vita nei pazienti con Sla”, hanno spiegato gli autori. “Una strategia che non e’ mai stata testata prima e che potrebbe fornire una nuova, efficace e poco costosa terapia per questa devastante malattia”, hanno concluso.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi