La chirurgia tra tecniche sempre…

Centinaia di chirurghi da…

Rna - il vero regolatore di gen…

GIUSEPPE BIAMONTI - CNR P…

Storie di uomini e batteri: l'in…

La composizione e la funz…

Con la app 'Giroclinico' la stor…

Il Policlinico di Milano …

Eczema: la Germania trova la cur…

[caption id="attachment_9…

Tumori, sistema immunitario e de…

[caption id="attachment_7…

Nuovi biomarcatori per una diagn…

[caption id="attachment_7…

Colesterolo: a decidere se catti…

[caption id="attachment_9…

SLA: ad avvelenare i neuroni, un…

E' alla base della fo…

AL VIA LA MEDTRONIC DIABETES JUN…

AL VIA LA MEDTRONIC DIA…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vaccini antinfluenzali: i futuri saranno dei cerotti

I microaghi di cui è composto sono in grado di rilasciare il siero

Il vaccino contro l’influenza si potrà somministrare tramite un semplice cerotto formato da tanti microaghi in grado di rilasciare il siero: messo a punto da un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology (Stati Uniti) guidati da Mark Prausnitz, l’innovativo metodo – di cui si legge su Vaccine – potrebbe rivelarsi molto utile per aumentare la copertura vaccinale e ridurre le spese sanitarie a questa legate. molecular_bandaid

Il cerotto permetterà una vaccinazione “fai da te” molto più economica e semplice da eseguire di quella attuale basata sulle consuete iniezioni, nonché meno dolorosa: i ricercatori hanno infatti stimato, tramite lo studio condotto su 91 soggetti, che l’uso del cerotto è dieci volte meno doloroso delle iniezioni – in una scala usata per valutare il dolore, infatti, su un massimo di 100 il cerotto non supera l’1,5, mentre la puntura dell’ago può arrivare a 15.

Ora il prossimo passo sarà verificare se la somministrazione del vaccino antinfluenzale attraverso il cerotto avrà la stessa efficacia del vaccino iniettato tramite siringa. I test dei vaccini attuali nel cerotto inizieranno l’anno prossimo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi