Progesterone post-menopausa non …

Il trattamento con proges…

Le mandorle e il loro benefico r…

[caption id="attachment_8…

Lipoproteina: si aggiunge alla l…

[caption id="attachment_6…

La memoria: non solo neuroni

La formazione di memorie …

Uno studio rivela il nuovo ruolo…

Un gruppo di geni che con…

L'evoluzione della dieta nell'uo…

Alcune tracce di Dna di b…

Un nuovo stent a rilascio di far…

Al 7° Summit internaziona…

Nati pretermine: la sopravvivenz…

I risultato di uno studio…

Chemio verde, estratta dai brocc…

L'estratto di germogli di…

29 ottobre 2011: Giornata Mondia…

Presentati a Roma i ris…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vaccini antinfluenzali: i futuri saranno dei cerotti

I microaghi di cui è composto sono in grado di rilasciare il siero

Il vaccino contro l’influenza si potrà somministrare tramite un semplice cerotto formato da tanti microaghi in grado di rilasciare il siero: messo a punto da un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology (Stati Uniti) guidati da Mark Prausnitz, l’innovativo metodo – di cui si legge su Vaccine – potrebbe rivelarsi molto utile per aumentare la copertura vaccinale e ridurre le spese sanitarie a questa legate. molecular_bandaid

Il cerotto permetterà una vaccinazione “fai da te” molto più economica e semplice da eseguire di quella attuale basata sulle consuete iniezioni, nonché meno dolorosa: i ricercatori hanno infatti stimato, tramite lo studio condotto su 91 soggetti, che l’uso del cerotto è dieci volte meno doloroso delle iniezioni – in una scala usata per valutare il dolore, infatti, su un massimo di 100 il cerotto non supera l’1,5, mentre la puntura dell’ago può arrivare a 15.

Ora il prossimo passo sarà verificare se la somministrazione del vaccino antinfluenzale attraverso il cerotto avrà la stessa efficacia del vaccino iniettato tramite siringa. I test dei vaccini attuali nel cerotto inizieranno l’anno prossimo.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!