Mutazione genetica associata a d…

Un gruppo di ricercatori …

Un gene responsabile del corrett…

[caption id="attachment…

Osteoartrite: è forte la correla…

I telomeri, le porzioni …

Tumore al seno: occhio all'assun…

Per gli studiosi dell’Alb…

Informatica usa come modello il …

[caption id="attachment_5…

Ultrasuoni per diagnosi precise …

[caption id="attachme…

Emorragie: scoperto l'anticorpo …

Un anticorpo dalle propri…

Tumore al seno: anche prima dei …

Una nuova analisi condott…

l'alcol danneggia il cervello in…

[caption id="attachment_1…

Tumore alla prostata: cinque sed…

Cinque sedute di radioter…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vaccini antinfluenzali: i futuri saranno dei cerotti

I microaghi di cui è composto sono in grado di rilasciare il siero

Il vaccino contro l’influenza si potrà somministrare tramite un semplice cerotto formato da tanti microaghi in grado di rilasciare il siero: messo a punto da un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology (Stati Uniti) guidati da Mark Prausnitz, l’innovativo metodo – di cui si legge su Vaccine – potrebbe rivelarsi molto utile per aumentare la copertura vaccinale e ridurre le spese sanitarie a questa legate. molecular_bandaid

Il cerotto permetterà una vaccinazione “fai da te” molto più economica e semplice da eseguire di quella attuale basata sulle consuete iniezioni, nonché meno dolorosa: i ricercatori hanno infatti stimato, tramite lo studio condotto su 91 soggetti, che l’uso del cerotto è dieci volte meno doloroso delle iniezioni – in una scala usata per valutare il dolore, infatti, su un massimo di 100 il cerotto non supera l’1,5, mentre la puntura dell’ago può arrivare a 15.

Ora il prossimo passo sarà verificare se la somministrazione del vaccino antinfluenzale attraverso il cerotto avrà la stessa efficacia del vaccino iniettato tramite siringa. I test dei vaccini attuali nel cerotto inizieranno l’anno prossimo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi