Malati di mieloma e linfoma: mig…

Oltre 9 milioni di person…

Progetto Giovani Pavia ’93: comi…

La campagna, resa possibi…

La quantità assoluta di geni spe…

[caption id="attachment…

Il CHMP europeo esprime parere p…

Foster City, California, …

Pediatria - Inaugurazione Aula D…

PATOLOGIE IN CALO E PATOL…

Parkinson: tre fattori che accel…

[caption id="attachment_6…

Chemio e radioterapia in gravida…

Presentati al congresso E…

Linfoma periferico a cellule T: …

[caption id="attachme…

FIBRE ALIMENTARI “Un prezioso al…

Roma,  giugno 2013. Al 73…

Asma allergico grave: quanto con…

Quando l’asma allerg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Lo sviluppo sociale dei neonati è legato anche alle carezze ricevute

Accarezzare gentilmente un neonato e’ importante anche per il suo sviluppo sociale e fisiologico.

Lo hanno scoperto alcuni scienziati del Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences di Leipzig, Germania. A quanto si legge sulla rivista Psychological Science, i risultati di questa ricerca forniscono prove fisiologiche e comportamentali che la sensibilita’ alle piccole carezze si sviluppa molto presto nel neonato e gioca un ruolo importantissimo nella regolazione delle interazioni sociali umane.  In particolare, gli scienziati hanno scoperto che un tipo molto specifico di tocco induce un sentimento di legame.
Un tocco troppo veloce o troppo lento rischia invece di non attivare contemporaneamente le aree del cervello legate allo sviluppo sociale e fisico.

Con la giusta velocita’ e morbidezza del tocco, invece, puo’ essere pssibile mostrare ai bambini come il contatto fisico e’ associato ai legami emotivi. In particolare, gli scienziati hanno mostrato che un tocco con la velocita’ di 3 centimetri al secondo abbassava la frequenza cardiaca e rafforzava il legame genitore-figlio.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi