Tumore al colon-retto: con 52.00…

Migliora la sopravviven…

Metodo CEST ottimo per stanare p…

Una nuova strategia per i…

Tumori: è tutta italiana la tecn…

Identificare i tumori ed …

Malattie dell’intestino, stop al…

Sono gli interferoni di t…

HIV: una proteina che ostacola l…

Un team internazionale di…

Al via la Campagna #NoiFermiamoL…

Janssen Italia e il Comun…

Cancro: terapia al testosterone …

[caption id="attachment_6…

Dolore cronico: arriva la laser-…

Arriva direttamente dall'…

Costi diabete: un quarto è dovut…

Le recenti innovazioni su…

Farmacisti anche in case di cura…

Per migliorare l’assisten…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro al seno: mutazione genetica dietro la farmaco resistenza

La resistenza a un farmaco chemioterapico contro il cancro al seno potrebbe essere dovuta a mutazioni genetiche a carico del gene TEKT4.


A rivelarlo un nuovo studio pubblicato sulla rivista ‘Nature Communications’ da parte di un gruppo di ricercatori della Universita’ di Fudan di Shangai, Cina. brest_cancerI risultati della ricerca evidenziano un possibile meccanismo in grado di spiegare la resistenza al paclitaxel in un sottoinsieme di pazienti con cancro alla mammella. Questo agente chemioterapico incontra spesso farmaco-resistenza: Zhi-Ming Shao e colleghi hanno sequenziato tessuto tumorale di cancro al seno da pazienti prima e dopo il trattamento con paclitaxel e hanno scoperto che in alcuni campioni erano aumentati i livelli di variazione del gene TEKT4, dopo la terapia.

Il prodotto proteico del TEKT4 e’ noto per stabilizzare i microtubuli, ossia filamenti cellulari importanti per la divisione cellulare, che sono il target del paclitaxel. In alcune cellule coltivate in laboratorio, gli scienziati hanno dimostrato che l’espressione della variante del gene TEKT4 comportava una maggiore resistenza al paclitaxel. .

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!