Gravidanza: nuovo test del sangu…

Sara' maschio o femmina? …

La paura accelera il processo di…

Scoperta una correlazione…

Piccole molecole riproducono com…

[caption id="attachment_7…

Sclerodermia localizzata: nuovi …

La scoperta apre le porta…

Carni rosse rischiose per person…

Le persone affette da…

Epatite C: diritto a guarire è a…

I malati lamentano scarse…

L'infertilita' in Italia: una co…

[caption id="attachment_6…

Scienziati approvano i nuovi mat…

[caption id="attachment_9…

Cancro, nuove scoperte tra inter…

Sessanta nuovi geni poten…

Farmaci mancanti? Non gli equiva…

Roma, 7 marzo 2016 – “La …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nervo trigemino: il vero sublimatore del gusto del vino

Il nervo responsabile della percezione del sapore del vino, capace di far individuare un vino che e’ stato invecchiato in botti di rovere, e’ il trigemino.


A scoprirlo un gruppo di scienziati della Ruhr-Universitata Bochum (Germania), guidato da Hanns Hatt, che ha pubblicato un nuovo studio sulla rivista Chemical Senses. Il trigemino e’, tra l’altro, il nervo responsabile della percezione del dolore e della temperatura.    Gli scienziati hanno scoperto che, dunque, i sensi del gusto e dell’olfatto non sono coinvolti nell’apprezzamento del vino.

In particolare, i ricercatori hanno dimostrato che pazienti con nervi legati al gusto danneggiati, e incapaci di far sentire i cinque sapori di base (dolce, umani, salato, amaro e acido), riuscivano ancora a sentire quell’aroma di barrique, tipico dei vini invecchiati in botti di rovere, sulle loro lingue.

Invece, quando ai soggetti veniva “spento” il nervo trigemino, il sapore di barrique scompariva. Il team ha usato cellule in coltura per studiare l’effetto della sostanza legata al sapore di barrique su cellule provenienti dal nervo trigemino di topi .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi