Anche 'in vitro' gli embrioni va…

[caption id="attachment_5…

Fecondazione assistita: 4.000 le…

Non si ferma il turismo d…

Tumori: una proteina in grado di…

Il corpo possiede una sor…

"Cinetosi" ovvero il mal d'auto:…

I rimedi farmacologici e …

La complicanza-tabu’ della donn…

L’intervento di Katherine…

Fotografato il senso di colpa, l…

[caption id="attachment_9…

Tumore ovarico: meno decessi con…

Lo svela uno studio itali…

Fumo passivo: test a San Siro ri…

Il fumo passivo minaccia…

Il cranio umano: la reale evoluz…

Gli antropologi hanno a l…

Mammografia: meglio se effettuat…

Prosegue il dibattito a c…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nervo trigemino: il vero sublimatore del gusto del vino

Il nervo responsabile della percezione del sapore del vino, capace di far individuare un vino che e’ stato invecchiato in botti di rovere, e’ il trigemino.


A scoprirlo un gruppo di scienziati della Ruhr-Universitata Bochum (Germania), guidato da Hanns Hatt, che ha pubblicato un nuovo studio sulla rivista Chemical Senses. Il trigemino e’, tra l’altro, il nervo responsabile della percezione del dolore e della temperatura.    Gli scienziati hanno scoperto che, dunque, i sensi del gusto e dell’olfatto non sono coinvolti nell’apprezzamento del vino.

In particolare, i ricercatori hanno dimostrato che pazienti con nervi legati al gusto danneggiati, e incapaci di far sentire i cinque sapori di base (dolce, umani, salato, amaro e acido), riuscivano ancora a sentire quell’aroma di barrique, tipico dei vini invecchiati in botti di rovere, sulle loro lingue.

Invece, quando ai soggetti veniva “spento” il nervo trigemino, il sapore di barrique scompariva. Il team ha usato cellule in coltura per studiare l’effetto della sostanza legata al sapore di barrique su cellule provenienti dal nervo trigemino di topi .

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x