La Vitamina K, grande alleata de…

[caption id="attachment_3…

Merck Serono inaugura i nuovi la…

investiti oltre 12 milion…

Cellule staminali per la ricresc…

Un modello di pelle vir…

Stamina Foudation, Consulcesi: b…

''E' urgente dare a tutt…

Modello virtuale di cervello per…

Creato un modello vir…

Depressione: curioso studio mett…

[caption id="attachme…

Fondazione Maugeri: nasce la Bio…

Inaugurata la Biobanca ti…

Recettori olfattivi: potremmo se…

Secondo un nuovo studio, …

Come il cervello si adatta alle …

Per la prima volta un gru…

E’ nata WAIDID, l'Associazione M…

il debutto al Summit di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ypsomed implementa con successo una strategia di turnaround e chiude tre nuovi contratti per la fornitura di sistemi per iniezioni

imgresBurgdorf, 29 maggio 2014 – Il Gruppo Ypsomed ha attuato con successo una strategia di turnaround per l’esercizio 2013-2014, conseguendo un risultato positivo in tutti i settori di attività e un utile operativo più che triplicato a CHF 15,6 milioni. A trainare i risultati favorevoli è stato in gran parte il segmento dell’insulina, incentrato sulla pompa patch mylifeOmniPod® , le cui vendite sono ancora una volta raddoppiate nell’esercizio interessato. L’azienda di Burgdorf, specialista nelle cure per il diabete, si trova ora in una posizione ideale per affrontare il futuro grazie alla stipula di contratti di fornitura di sistemi per iniezioni con almeno tre società. Ypsomed è impegnata in una serie di progetti e trattative con numerose aziende farmaceutiche e biotecnologiche relativi alla fornitura di sistemi per iniezioni.

 Nell’esercizio 2013-14 il Gruppo Ypsomed ha conseguito ricavi consolidati per CHF 276,3 milioni, in aumento del 13% rispetto all’anno precedente. Il risultato operativo, attestatosi a CHF 15,6 milioni, è più che triplicato rispetto ai CHF 4,8 milioni dell’esercizio precedente grazie al contributo di tutti i settori di attività.

Nel segmento dei dispositivi di somministrazione, l’aumento delle vendite degli aghi penna e dei componenti SoloSTAR® , abbinato alle maggiori entrate generate dall’industrializzazione dei futuri sistemi penna per i partner farmaceutici, ha contribuito a incrementare le vendite del 3% a CHF 141,9 milioni. È il segnale di un’inversione di tendenza dopo il calo registrato in ciascuno dei due esercizi precedenti a causa dei contratti in scadenza.

La possibilità di realizzare più ampi margini di crescita è stata limitata da una serie di fattori, tra i quali il raggiungimento della fine della vita utile di un prodotto penna, che hanno inciso negativamente sui risultati. La decisione di interrompere lo sviluppo di una piattaforma per penne ha inoltre generato un esborso di CHF 0,5 milioni, a cui si aggiungono i costi una tantum dovuti alla delocalizzazione della produzione di aghi da Burgdorf a Solothurn. Nonostante questi effetti, il segmento ha registrato un utile operativo di CHF 9,3 milioni, praticamente in linea con l’anno precedente (CHF 9,5 milioni). Nel segmento Direct Diabetes Business, le vendite sono aumentate da CHF 91,4 milioni a CHF 118,4 milioni nel 2013-14, in crescita di quasi il 30% rispetto all’anno precedente. Un fattore chiave di questo trend è stata la performance di mylifeOmniPod® , la pompa patch insulinica senza tubi le cui vendite sono raddoppiate su base annua per il secondo anno consecutivo. I prodotti mylifeDiabetescare per il monitoraggio della glicemia hanno registrato anch’essi promettenti tassi di crescita a due cifre, mentre un altro importante traguardo è stato la svolta nei risultati del segmento Diabetes Direct: con CHF 6,3 milioni nel 2013-14, l’EBIT si presenta per la prima volta positivo dopo la perdita di CHF 2,9 milioni registrata lo scorso anno.

Da segnalare negli altri settori di attività la ripresa di Ypsotec, fornitore di componenti meccanici di precisione, che ha beneficiato del notevole miglioramento del mercato dei turned parts. La competitività dell’azienda ha tratto ulteriori vantaggi dallo sviluppo dello stabilimento produttivo di Tabór in Repubblica Ceca, dedito alle attività a forte intensità di manodopera quali fresatura e assemblaggio di componenti. Il successo della strategia di concentrare le attività produttive in Svizzera e Repubblica Ceca è dimostrato dall’aumento del fatturato e dall’EBIT positivo a CHF 0,1 milioni, contro una perdita di CHF 1,7 milioni l’anno precedente.

Il risultato finanziario di CHF –0,4 milioni rappresenta un considerevole miglioramento rispetto all’esercizio precedente (CHF –1,8 milioni). Si segnala inoltre l’inversione della perdita di valore sulle attività finanziarie registrata lo scorso anno, con un impatto positivo di CHF 1,1 milioni. Al netto delle imposte, l’utile netto di Ypsomed per l’esercizio 2013-14 è pertanto pari a CHF 13,6 milioni rispetto a CHF 1,6 milioni nell’esercizio precedente, con un utile per azione di CHF 1,08.

In considerazione dei risultati positivi raggiunti, il Consiglio di amministrazione di Ypsomed proporrà all’Assemblea degli azionisti l’aumento del 50% del dividendo e la distribuzione di CHF 3,8 milioni prelevati da riserve di capitale fiscalmente vantaggiose.

Ypsomed si aggiudica nuovi appalti per la fornitura dei suoi sistemi per iniezioni

Ypsomed ha concluso contratti per la fornitura di sistemi per iniezioni in varie aree terapeutiche con GlaxoSmithKline (GSK), Palatin Technologies, Inc. e la società russa Pharmastandard. L’azienda è inoltre impegnata in una serie di progetti e trattative con numerose società farmaceutiche e biotecnologiche relativi alla fornitura di sistemi per iniezioni.

Quest’anno GSK ha ottenuto l’approvazione alla commercializzazione da parte delle autorità europee e statunitensi per il suo agonista del recettore del peptide-1 glucagone-simile (GLP-1), destinato al trattamento del diabete di tipo 2 nei pazienti idonei. Il nuovo farmaco contribuisce a ridurre i livelli elevati di glucosio nel sangue aumentando la secrezione di insulina glucosio-dipendente dal pancreas. Somministrato una volta alla settimana per via sottocutanea con il sistema di iniezione a doppia camera Lyotwist® di Ypsomed, il farmaco sarà commercializzato da GSK negli Stati Uniti nella seconda metà del 2014 con il nome di Tanzeume sarà gradualmente introdotto in Europa con il nome di Eperzan®.

Sempre nella seconda metà del 2014, Palatin Technologies, Inc. intende avviare gli studi clinici di fase III in America del Nord ed Europa per il nuovo farmaco Bremelanotide utilizzando YpsoMate®, un autoiniettore prodotto da Ypsomed. Il bremelanotide, farmaco attualmente in fase di sviluppo, viene assunto secondo necessità per il trattamento della disfunzione sessuale femminile, in particolare del disturbo da desiderio sessuale ipoattivo o HSDD. HSDD è un’indicazione totalmente nuova per i sistemi per iniezioni di Ypsomed. L’utilizzo facile e intuitivo e la capacità di rispondere a esigenze globali sono stati fattori determinanti nella scelta di YpsoMate® da parte di Palatin Technologies, Inc.

Pharmstandard sarà il primo cliente Ypsomed a utilizzare la UnoPencome sistema di iniezione della sua insulina. La società ha programmato per il quarto trimestre del 2014 il lancio sul mercato dei farmaci Biosulin (insulina) e Rastan (ormone della crescita) abbinati alla penna monouso di Ypsomed, commercializzata come БиоматикПен2 (“BiomatikPen 2”).

La fabbricazione dei sistemi per iniezioni sopra indicati avverrà presso gli stabilimenti Ypsomed di Burgdorf e Solothurn.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!