HIV: in Italia parte la sperimen…

[caption id="attachment_9…

Cecità simulata, per recuperare …

La cecita' "simulata" pot…

Scienziati polacchi presentano i…

[caption id="attachment_1…

Sonno e il legame con consolidam…

Uno studio italiano, cond…

Statine, controllano il colester…

Le statine utilizzate nel…

Tumore al seno e dissezione asce…

Uno studio italiano esclu…

Prurito: il circolo vizioso del …

Grattarsi dà sollievo per…

Malattie renali: nuovi studi fan…

[caption id="attachment_7…

La luce influisce cognitivamente…

La luce migliora l'attivi…

Chemioterapia: un additivo alime…

Un additivo alimentare ut…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

AIDS: creato un modello di virus per agevolare il lavoro dei ricercatori

Il virus dell’Hiv causa l’Aids solo negli esseri umani e negli scimpanze’ e questi ultimi non costituiscono un modello pratico per le ricerche scientifiche finalizzate a sconfiggere questo virus altamente selettivo.

L’Hiv infatti non infetta specie differenti dagli ospiti abituali, una caratteristica che ha reso sinora piu’ complesso testare terapie efficaci per l’uomo sui modelli animali. Un nuovo studio della Rockfeller University (Usa), pubblicato sulla rivista ‘Science’, potrebbe aver risolto il problema. HIVI ricercatori statunitensi hanno annunciato di aver prodotto una forma leggermente modificata di Hiv che non si limita a infettare il macaco nemestrino (Macaca nemestrina), una specie di scimmia, ma induce anche lo sviluppo dell’Aids nel primate.

“Con questo traguardo – ha spiegato Paul Bieniasz, tra gli autori – abbiamo fatto un passo in avanti verso la creazione di un nuovo modello per l’Aids utilizzabile universalmente nella ricerca su prevenzione e trattamenti”.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x