Riconoscere il dolore al petto, …

[caption id="attachment_8…

Papillomavirus Umano (HPV): anco…

A 20 anni si riscontra la…

Batterio della peste bubbonica d…

L'analisi dei ricercatori…

Psoriasi non solo come malattia …

La psoriasi, malattia der…

HIV: scoperto il meccanismo che …

[caption id="attachment_7…

Mylanservizi.it: la piattaforma …

Ottimizzazione del temp…

Una nuova teoria che smentisce i…

[caption id="attachment_5…

In Sanità occorre rivedere i tag…

La ricognizione della sit…

Termalismo: a Monfalcone gocce d…

Le rinnovate Terme Roma…

Melatonina per la fibromialgia: …

Alcuni dati suggerisc…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Trapianto cardiaco: nuovo test del sangue per prevedere rigetto

Prevedere con netto anticipo rispetto alla biopsia il potenziale rigetto del trapianto di cuore.


E’ il traguardo di un nuovo, semplice esame del sangue sviluppato da un team di ricercatori della Stanford University.   L’analisi costituisce una alternativa non invasiva alla biopsia e riesce a dare risultati affidabili settimane, quando non addirittura mesi, prima di quanto sinora possibile. Il test, che si basa sul rilevamento dell’aumento delle quantita’ di DNA del donatore nel sangue del ricevente, non richiede alcuna rimozione di tessuto cardiaco.

“Il test sembra essere piu’ sicuro, economico e preciso di una biopsia cardiaca, che e’ l’attuale tecnica utilizzata per rilevare e monitorare il rigetto del trapianto di cuore”, ha spiegato Stephen Quake, principale autore della ricerca pubblicata su Science Translational Medicine.

“Crediamo che sara’ un esame estremamente utile”, ha aggiunto. L’esame si chiama “cell-free dna test” e valuta la percentuale di dna del donatore presente nel sangue del ricevente: se la quantita’ supera una certa soglia il rigetto e’ in agguato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: