Scoperto un processo chiave nel …

[caption id="attachment_1…

Neuroprotesi che rende "palpabil…

Una schiera di elettrodi …

LA SIPPS plaude alla diminuzione…

Da anni la Società Italia…

I segreti della memoria "spazial…

Due nuove ricerche sui ra…

HIV: in vitro scienziati modific…

Gli scienziati della Ucla…

Cancro al seno: microonde contro…

[caption id="attachme…

Interpretare l'alfabeto del cont…

Scienziati del Karolinska…

Olio extravergine di oliva: alle…

[caption id="attachment_7…

Sclerodermia e granulomatosi di …

MILANO - Continua in reum…

Prende il via il progetto di ric…

Prende il via il Progetto…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Botulismo: ecco come la proteina entra in circolo

Scoperta la strategia attraverso la quale la tossina batterica che causa il botulismo entra in circolo dopo essere stata assorbita dalla mucosa intestinale.

Lo ha annunciato un nuovo studio della Irvine School of Medicine dll’Universita’ della California. Il botulismo e’ una rara e, spesso, fatale malattia paralizzante provocata da una neurotossina prodotta dal batterio Clostridium botulinum che puo’ trovarsi nei cibi crudi o marci o nel suolo.botulinum_toxin
Utilizzando una struttura cristallina di un complesso composto proteico della neurotossina, i ricercatori hanno scoperto che questi composti – chiamati emoagglutinina HA – si legano alle proteine delle cellule epiteliali dell’intestino.

E attivano un processo che distrugge le strette “guarnizioni intercellulari” permettendo al pericoloso patogeno di attraversare la barriera epiteliale. Normalmente le molecole di neurotossina sono troppo grandi per rompere questo stretto varco tra le cellule epiteliali ma il processo appena identificato spalanca una “porta” verso il sangue.

Attraverso ulteriori esperimenti, il team ha creato una versione mutata del composto in cui l’HA non si lega alla proteina cellulare epiteliale E-caderina. Lo studio e’ stato pubblicato su ‘Science’.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x