Dermatologi: è allarme pelle con…

I dermatologi lanciano l'…

Ludopatia: guarire è possibile

Secondo le stime, in …

I massimi esperti internazionali…

“Optimizing Multiple Sc…

Amfetamine: effetti devastanti a…

[caption id="attachme…

Nuovo studio pilota di Fase III …

Rivaroxaban a basse dos…

Sclerosi Multipla: la molecola c…

Messa a punto una nuova m…

Fumo di 'terza mano': confermata…

Ancora conferme sul risch…

[Telethon] Distrofia di Duchenne…

La lotta alla distrofia d…

Un ormone, che stimola produzion…

[caption id="attachment_5…

Trapianto autologo cellule stami…

Significativi i miglioram…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Proteina orexina, legata alla sonnolenza, ha un ruolo cruciale anche nella formazione delle ossa

La proteina orexina, che e’ stata gia’ legata a episodi di sonnolenza diurna spontanea, potrebbe giocare un ruolo cruciale anche nella formazione delle ossa.


A rivelarlo, un nuovo studio condotto dallo UT Southwestern Medical Center e pubblicato sulla rivista Cell Metabolism. Gli scienziati americani, in collaborazione con alcuni colleghi giapponesi, hanno trovato che i topi che mancano della proteina orexina hanno anche delle ossa sottili e fragili che si rompono facilmente a causa dello scarso numero di cellule chiamate osteoblasti, responsabili della costruzione delle ossa.orexin
“L’osteoporosi e’ una condizione molto diffusa, soprattutto nelle donne in post-menopausa. Speriamo che questo studio possa aiutare a comprendere come usare l’orexina per, potenzialmente, trattare questo disturbo” ha spiegato Yihong Wan, tra gli autori della ricerca. L’orexina, in particolare, sembra giocare un duplice ruolo: promuove e blocca la formazione delle ossa.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi