Motoneuroni: ricerca svela la pr…

Una proteina conosciuta c…

Microalbuminuria e rischi cardio…

[caption id="attachme…

Ansia: scoperta una sostanza dir…

[caption id="attachment_6…

una nuova emergenza pediatrica: …

Caserta, 15 settembre 201…

Discheratosi congenita: riprogra…

[caption id="attachment_6…

Meningite B, l'EMA valuta nuovo …

[caption id="attachment_1…

Come avviene il silenziamento se…

[caption id="attachment_9…

Il rilassamento altera l'espress…

Gli effetti positivi …

Anche 'in vitro' gli embrioni va…

[caption id="attachment_5…

AIFA blocca lotto di emoaderivat…

L'Aifa "ha disposto, per …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Proteina orexina, legata alla sonnolenza, ha un ruolo cruciale anche nella formazione delle ossa

La proteina orexina, che e’ stata gia’ legata a episodi di sonnolenza diurna spontanea, potrebbe giocare un ruolo cruciale anche nella formazione delle ossa.


A rivelarlo, un nuovo studio condotto dallo UT Southwestern Medical Center e pubblicato sulla rivista Cell Metabolism. Gli scienziati americani, in collaborazione con alcuni colleghi giapponesi, hanno trovato che i topi che mancano della proteina orexina hanno anche delle ossa sottili e fragili che si rompono facilmente a causa dello scarso numero di cellule chiamate osteoblasti, responsabili della costruzione delle ossa.orexin
“L’osteoporosi e’ una condizione molto diffusa, soprattutto nelle donne in post-menopausa. Speriamo che questo studio possa aiutare a comprendere come usare l’orexina per, potenzialmente, trattare questo disturbo” ha spiegato Yihong Wan, tra gli autori della ricerca. L’orexina, in particolare, sembra giocare un duplice ruolo: promuove e blocca la formazione delle ossa.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!