Patologie cardiache: un amminoac…

Un molecola "sentinella" …

Emorragia subaracnoidea, fumo e …

Il fumo, la pressione alt…

Sindrome da deficit di attenzion…

La sindrome da deficit di…

Ansia: scoperta una sostanza dir…

[caption id="attachment_6…

Uso delle cellule staminali per …

Nel campo della Medicina …

Longevità: sono i telomeri a det…

Una  ricerca sul diamante…

Giuseppe Mele, presidente della …

I genitori di oggi guarda…

Scienziati mettono in guardia da…

Nuove scoperte fatte da u…

Fare rete per fare innovazione n…

Giovedì 22 settembre, per…

TBC: vicini alla realizzazione d…

Scoperto un nuovo po…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La contraccezione diventa 2.0

È online la Fan Page della Società Italiana della Contraccezione (SIC), un’occasione per “informare e diffondere la cultura della prevenzione anche tra i giovanissimi” spiega il professor Annibale Volpe, past president della SIC “e in modalità social”. Esperti ginecologi saranno a disposizione anche in agosto per rispondere ai quesiti degli italiani e dissiparne le perplessità.

Roma, 21 luglio 2014 – Richiedere un consiglio all’esperto. Aprire un dibattito. Scaricare video, immagini e interviste. Leggere i messaggi postati sulla bacheca. Tutto questo con un semplice click e in modalità 2.0. A patto che, ovviamente, il tema sia la prevenzione in campo sessuale. “Vogliamo essere il più vicini possibile ai giovani e raggiungere in un istante – con un linguaggio semplice e codificabile – ampi strati della popolazione”, spiega il professor Annibale Volpe, past president della Società Italiana della Contraccezione (SIC). E aggiunge. “Per questo la nostra Società scientifica ha inaugurato una Fan Page su Facebook, il social network più seguito del mondo”.

Anche la scelta di lanciare la pagina in luglio non è certo casuale. “In estate” sintetizza infatti il professor Volpe “si intrecciano nuove relazioni, spesso anche di natura sentimentale: un momento fantastico dunque, a patto che si usi la testa”. Gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili sono tra i rischi che una contraccezione sbagliata o addirittura inesistente può portare.

“Non a caso” argomenta infatti il professore “nei mesi estivi le richieste della cosiddetta pillola del giorno dopo aumentano esponenzialmente”. “Facebook” prosegue “è uno strumento che quasi tutti utilizzano ogni giorno” aggiunge il professore “e ormai basta uno smartphone per collegarsi e navigare tra i profili presenti, anche sotto l’ombrellone o lungo un sentiero di montagna”. Insomma, basta poco per informarsi. “Donne, uomini, giovani e meno giovani, in coppia o da soli possono fare un salto sulla nostra Fan Page” invita il professore “per chiedere consigli ai nostri esperti ginecologi attraverso un messaggio privato o post che aggiorneremo con frequenza anche ad agosto”.

“Tra i temi più “caldi” sintetizza il past president della SIC “i benefici della contraccezione ormonale, l’importanza del “sesso sicuro” e la contraccezione d’emergenza”

“Seguiteci e non abbassate mai la guardia” esorta il professor Volpe “per la nostra Società scientifica informazione e prevenzione sono aspetti essenziali non solo per la salute e il benessere della donna, ma anche della coppia”. “I nostri esperti” conclude “risponderanno ai vostri quesiti rapidamente ed entro i limiti che un consulto online impone. E, ovviamente, in modalità 2.0”.

I nostri esperti risponderanno ai quesiti degli utenti anche sul sito www.siccontraccezione.it

Società Italiana della Contraccezione
La Società Italiana della Contraccezione (SIC) è una associazione onlus interdisciplinare, apolitica, senza fini di lucro fondata il 16 luglio 2004 da medici e ricercatori. Il suo obiettivo è quello di favorire e diffondere lo sviluppo della ricerca e dell’informazione, nonché di promuovere l’aggiornamento e l’educazione permanente in tema di contraccezione. Attraverso attività scientifiche e culturali mirate, l’associazione ha tra i suoi principali interlocutori il contesto scientifico italiano, le Società scientifiche affini, le libere associazioni di pazienti, il mondo della ricerca e la produzione farmaceutica.Gli associati della SIC sono per lo più medici e ricercatori che operano nei settori della medicina e della contraccezione. La SIC comprende anche il gruppo di lavoro SaBeD (Salute Benessere Donna) che ha lo specifico compito di promuovere la ricerca nel campo della contraccezione, della menopausa e della fertilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: