Nanomagneti ad effetto 'microond…

[caption id="attachme…

Nuove scoperte per migliorare la…

[caption id="attachment_8…

Cellule staminali riprogrammate:…

Le cellule staminali 'rip…

Come la mamma trasmette l''odore…

La paura? E' nell'aria. I…

Mal di schiena, a ciascuno il su…

La chirurgia vertebrale d…

Bayer amplia la ricerca clinica …

Nuovi studi estendono la …

Anche i cibi biologici possono a…

Regimi alimentari sani s…

Defibrillazione atriale senza do…

Presentata la prima evide…

Capperi scudo anti-allergia, alt…

Il cappero in aiuto di ch…

Telaprevir conferma la sua effic…

I risultati, presentati i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro al seno: su prevenzione e falsi miti incontro a Roma

Ogni anno in Italia si contano 50 mila nuovi casi di cancro al seno, 4.300 solo a Roma e nel Lazio.


Grazie alla diagnosi precoce e a terapie sempre più mirate a seconda del tipo di tumore, la sopravvivenza a cinque anni è ormai arrivata all’84%. La parola chiave rimane ancora prevenzione, che si fonda su un corretto stile di vita e controlli periodici: per sensibilizzare l’universo femminile su questi temi, nel mese dedicato proprio alla prevenzione del cancro al seno, la onlus Atena Donna (www.atenaonlus.com), presieduta da Carla Vittoria Cacace, promuove l’incontro ‘Seno, come proteggerlo. Dall’autopalpazione alle visite’, in programma mercoledì 22 ottobre, alle 17.30, nella Parrocchia San Tommaso Moro a San Lorenzo (via dei Marrucini,1) a Roma.  Sarà il professore Francesco Cognetti, direttore del Dipartimento di oncologia medica dell’Istituto Regina Elena di Roma, a spiegare la malattia, a rispondere alle domande, a illustrare come fare prevenzione. Dall’autopalpazione alle visite senologiche, dagli screening periodici agli esami strumentali. Ma si parlerà anche della possibilità di avere un figlio dopo un tumore, del ruolo dell’allattamento, e non solo. “Le donne che praticano regolarmente attività fisica – spiega Cognetti – presentano una riduzione del rischio dei ammalarsi del 15-20% circa.

Gli effetti sono evidenti soprattutto in menopausa. E’ infatti stato calcolato che in questa fase della donna l’obesità è responsabile di circa il 20% delle neoplasie e del 50% delle morti per tumori mammari”.
L’incontro fa parte di una serie di convegni aperti al pubblico in diversi quartieri della Capitale, in particolare periferie e zone con alta densità abitativa. Obiettivo di Atena Donna, l’associazione della Fondazione del professor Giulio Maira, è avvicinarsi a quelle donne che più di tutte hanno bisogno di aiuto, spiegare loro in modo molto semplice come tutelare la salute cancellando anche false credenze e paure.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi