Diabete e l'esercizio fisico che…

A Chicago il 73° cong…

Neuroscienze: perdita della memo…

La perdita di memoria…

La ricerca italiana apre a nuovi…

Giornata Mondiale contro …

Rilpivirina ha ricevuto il parer…

- Si tratta del terzo far…

Disfunzione erettile: infiammazi…

La disfunzione erettile h…

Inquinamento uccide 7 milioni di…

Ogni anno quasi 7 milioni…

Malati Sclerosi Multipla chiedon…

[caption id="attachment_…

SI CELEBRA OGGI LA IX GIORNATA M…

“Non abbiamo fatto tanta …

Le malattie infettive a scuola: …

Malattie infettive come p…

CCSVI nella sclerosi multipla: N…

Sei mesi dopo l'operazion…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori allo stomaco: l’incidenza si abbassa se lo proteggiamo con aglio e cipolla

A dimostrarlo sono diversi studi. L’ultimo in ordine di tempo arriva dall’Italia

Facile immaginarlo: quando si tratta di stomaco fare attenzione all’alimentazione è fondamentale per non andare incontro a problemi di salute. Fra i principali alleati del benessere gastrico sono inclusi anche due ingredienti irrinunciabili della cucina mediterranea: l’aglio e la cipolla.cancro_stomaco Non a caso a puntare i riflettori sulle loro proprietà protettive è uno studio che arriva dall’Italia, culla della Dieta Mediterranea. Sono, infatti, i ricercatori dell’Università degli Studi di Milano e dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri gli autori di uno studio recentemente pubblicato su Molecular Nutrition & Food Research che fa il punto sui benefici di aglio e cipolla in termini di protezione dalla comparsa del tumore allo stomaco.

Guidati da Carlotta Galeone, esperta del Dipartimento di Epidemiologia del Mario Negri, i ricercatori hanno confrontato le abitudini alimentari di 230 pazienti affetti da tumore allo stomaco con quelle di 547 persone che non affetti da questo tipo di cancro. A questa analisi è stata affiancata quella dei risultati presenti in letteratura scientifica sulla possibile protezione offerta da aglio e cipolla nei confronti delle neoplasie gastriche.

In casi analizzati, in totale più di 10 mila, indicano che questi due bulbi possono aiutare a tenere alla larga il tumore allo stomaco. In particolare, mangiare 2 porzioni di cipolla alla settimana – per un totale di 100 grammi in 7 giorni – e un po’ di aglio tutti i giorni riduce il rischio di tumore allo stomaco, rispettivamente, del 40 e del 30%. Le armi nascoste di questi alimenti potrebbero essere gli organo solforati – molecole che contrastano la proliferazione di quell’Helicobacter pylori noto proprio per la sua associazione con il rischio di tumore allo stomaco – ma anche la quercetina e i flavonoidi, in particolare le antocianine presenti ad esempio nella cipolla rossa.

Secondo i ricercatori i risultati di questo studio indicano in aglio, cipolla e affini potenziali alleati contro la comparsa del cancro allo stomaco.“Questa conclusione deriva principalmente da studi con casi e controlli”, precisano gli autori che auspicano nuovi studi, più ampi, per confermare definitivamente il ruolo protettivo di questi semplici ingredienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: