IKKe è il nome del gene dell'obe…

[caption id="attachme…

Nervi danneggiati: gel che li ri…

Grazie a un impianto …

Antidoto per rivaroxaban. Porto…

L’insieme di dati, con le…

Paracetamolo: l'FDA allerta su r…

L'Agenzia Usa dei farma…

Carenza di vitamina D: a rischio…

La vitamina D dovrebbe es…

Menopausa e terapia estrogenica …

La terapia estrogenica …

Tumori: PSA non sempre e' test a…

L'esame del PSA (antigene…

Parassita della malaria: distrug…

Con la continua riduzione…

Cioccolato anti-ictus: quando il…

Il cioccolato non fin…

Vitamina B6 e metionina riducono…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tag Archives: ESC

Rivaroxaban di Bayer ha ridotto del 24% il rischio combinato di ictus, infarto del miocardio e morte per cause cardiovascolari in pazienti con coronaropatie e/o arteriopatie periferiche croniche

Presentati al Congresso ESC 2017 i risultati dello studio COMPASS su 27.395 pazienti: ·      L’aspetto importante è che rivaroxaban al dosaggio vascolare di 2,5 mg due volte/die più aspirina 100 mg una volta/die ha dimostrato una riduzione, senza precedenti, del 42% del rischio relativo per l’ictus e del 22% per la mortalità per cause cardiovascolari…

Read more

Conferma dallo studio tides-acs presentato al congresso ESC di Barcellona: lo stent con rivestimento in titanio-ossido nitrico (tino) non è inferiore allo stent con polimero riassorbibile a rilascio di everolimus (ees) nei pazienti affetti da sindrome coronarica acuta (sca).

Barcellona, 30 agosto 2017 – Presentati al Congresso della Società Europea di Cardiologia (ESC) in corso a Barcellona i risultati dello studio TIDES-ACS che ha messo a confronto lo stent rivestito in TiNO, (OPTIMAXTM prodotto da Hexacath, Parigi, Francia) e lo stent di tipo EES (SYNERGYTM di Boston Scientific, Marlborough, Stati Uniti) nei pazienti affetti…

Read more

Archivi