Da cellule adipose, staminali ch…

[caption id="attachme…

MicroRNA che interagisce coi gen…

[caption id="attachment_5…

Cancro alla prostata: cani addes…

Scoprire il tumore facend…

Optogenetica: fasci di luce ries…

Controllare i comportamen…

La scommessa italiana per la cur…

La ricerca sulla fibrosi …

Carcinoma ovarico: scoperto mecc…

Scoperto un nuovo meccani…

Quando l'aterosclerosi provoca m…

Un nuovo studio pubblicat…

Leucemia acuta: due mutazioni ge…

[caption id="attachme…

Medicina rigenerativa: pancreas,…

Il diabete di tipo 3c…

Diabete di tipo 2, piccoli accor…

Al congresso internaziona…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Filo artificiale per riparare organi e muscoli ricreato in Giappone

L’esperimento degli scienziati dell’Università di Tokyo: la micro fibra può anche essere lunga dei metri ed è ripiena di cellule immerse in tessuto connettivo

tessuto Un filo artificiale per “tessere” nuovi organi oppure ricostruire fibre muscolari, vasi sanguigni o reti neurali. Adesso sembra sia possibile grazie a una micro fibra, lunga anche metri, “ripiena” di cellule immerse in un tessuto connettivo. A realizzarlo un gruppo di ricercatori dell’Università di Tokyo e in uno dei primi esperimenti, descritto su Nature Materials, sono state ottenute microfibre con le cellule del pancreas produttrici di insulina e trapiantate in un topo.

“Filando” un sottilissimo cavo al cui interno possono essere inserite cellule e una matrice proteica in grado di sostenerle e alimentarle, i ricercatori giapponesi sono riusciti a creare una micro fibra multi funzione capace di replicare le funzioni di un gran tipo di tessuti. Queste fibre possono poi essere tessute in varie forme e ricreare veri e proprio organi funzionanti, oppure ricostruire fibre muscolari, vasi sanguigni o reti neurali.

Per mettere alla prova la funzionalità dei tessuti generati, i ricercatori hanno ricreato artificialmente parti di pancreas in grado di produrre insulina e poi trapiantate con successo in un topo diabetico che ha ristabilito, per un periodo, i valori ottimali di zuccheri nel sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: