Glioblastoma: ricercatori italia…

Regolano la crescita del …

Tumore ai polmoni: la chemio eff…

Più efficace della ta…

Ictus: alcuni antidepressivi pos…

L'uso di alcuni popolari …

Sindrome di Hunter: ritmi circad…

Nei pazienti affetti da …

SIPPS: “Grazie al Presidente del…

La Società Italiana di Pe…

Combattere il cancro riprogramma…

Il sistema di editing gen…

Bisfenolo A, esposizione fetale …

Il bisfenolo A aumenta il…

Trapianti cornea: con nuovo lase…

L'utilizzo del laser …

Il seme maschile e le peculiarit…

[caption id="attachme…

Nanotubi di carbonio e frammanti…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Aggiornamento sul trattamento del tumore colonrettale metastatico

descrizione del tratto colon-rettale e colonscopia che rivela una crescita cancerosa

descrizione del tratto colon-rettale e colonscopia che rivela una crescita cancerosa

IL gruppo di ricerca guidato da Eric Van Cutsem, Professore di Medicina e Oncologia Digestiva dell’University Hospital Gasthuisberg di Leuven in Belgio, ha condotto una ricerca per determinare l’efficacia dell’anticorpo monoclonale Cetuximab in associazione alla chemioterapia per il trattamento del tumore colonrettale metastatico.
Lo studio, pubblicato sul New England Journal of Medicine, dimostra che la molecola, in associazione con la chemioterapia standard a base di irinotecan, è molto più efficace rispetto alla sola chemioterapia nel trattamento dei pazienti affetti da tumore metastatico del colon retto.

La ricerca ha interessato 599 pazienti trattati con cetuximab e chemioterapia. Il gruppo di controllo ha previsto altrettanti pazienti trattati invece con la sola chemioterapia. I pazienti con tumore KRAS non mutato (wild-type) che hanno ricevuto Cetuximab hanno beneficiato di un significativo incremento della percentuale di risposta fino al 59% e di una riduzione del 32% nel rischio di progressione della malattia, se confrontati con il gruppo di pazienti che ha ricevuto il solo FOLFIRI. I risultati dello studio indicano che Cetuximab è da considerarsi come una nuova importante opzione nell’ambito della scelta terapeutica” ha commentato Eric Van Cutsem.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi