Tumori: nuovo test a basso costo…

Messa a punto una nuova m…

Il meccanismo della molecola ant…

[caption id="attachment_8…

Caffè in gravidanza: rischi di l…

Le donne incinte che bevo…

Papillomavirus: il rischio di co…

Il 50% degli uomini p…

Antidepressivi in gravidanza: no…

Gli antidepressivi in gra…

San Valentino è il protettore de…

Martedì 14 febbraio 2012 …

Longevità femminile superiore al…

Le donne, si sa, tend…

Sudore: una fibra tessile studia…

I ricercatori dell'Imem-C…

Melanoma: incidenza di recidive …

Studio italiano scopre un…

Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Presbiopia e cataratta. Arriva lente accomodativa

(Il Sole 24 )Una lente accomodativa che risolve insieme i problemi di appannamento della vista, propri della cataratta, e quelli della presbiopia, che impedisce una corretta visione dal vicino.  In occasione del VII congresso internazionale della SOI (Società oftalmologica italiana), in corso di svolgimento a Roma (20-23 maggio), è stata presentata da alcuni oftalmogi specialisti nella chirurgia della cataratta una nuova lente, che promette un notevole miglioramento nella qualità della visione.

“La cataratta è la malattia oculare più diffusa al mondo ed è causata dall`opacizzarsi del cristallino naturale” esordisce Giorgio Marchini, professore ordinario di Oftalmologia all`Università di Verona. Le cause che determinao tale opacizzazione sono molteplici: dal progredire dell`età all`inquinamento, dall`incidenza di fattori tossici all`inquinamento. Tale problema si risolve usualmente con un intervento chirurgico ambulatoriale che, nonostante la brevità temporale, “è molto sofisticato e ad alta specializzazione tecnologica” prosegue lo stesso Marchini.


A persistere nella maggior parte dei casi, anche per l`età delle persone che si sottopongono all`intervento, è la presbiopia, cioè la difficoltà a vedere da viciino. “L`obiettivo” – interviene Scipione Rossi, direttore dell`Unità operativa complessa (U.O.C.) di Oculistica del San Carlo di Nancy a Roma – è correggere la presbiopia in maniera definitiva”. La nuova chirurgia intraoculare è in grado di correggere questo difetto, interviene Simonetta Morselli, direttore dell`U.O.C. di Oculistica di Bassano, “con le nuove lenti accomodative, che hanno il vantaggio di mimare il processo del cristallino naturale”.

Queste lenti, che hanno già ricevuto l`autorizzazione dell`FDA (Food and Drug Administration) americana, sbarcano in questi giorni sul mercato europeo, dopo essere state testate per alcuni anni, e con risultati positivi, in centri specializzati di tutto il mondo, Italia inclusa.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi