I neuroni prediligono i volti 'p…

Data l'importanza del ric…

Test universitario USA migliora …

Una ricerca americana ha …

Infezioni batteriche e l'efficac…

L’utilizzo del miele si è…

Studio svela come i globuli bian…

[caption id="attachme…

HIV: nuovo caso di guarigione co…

Sottoposta a cocktail di …

Fibrillazione atriale: antidolor…

L'uso degli antidolorifi…

Speciali miscele lipidiche contr…

La lotta ai batteri multi…

Mieloma Multiplo: AIFA accoglie …

L’Agenzia Italiana del Fa…

Depressione: le lunghe maratone …

Puo' sembrare una cosa in…

Virus influenzali: oltre a suina…

Per la prima volta, gli s…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ru486


progesterone receptor (PR)

progesterone receptor (PR)

Ecco come funziona la Ru486, il farmaco che consente di interrompere la gravidanza senza sottoporsi ad intervento chirurgico. E’ da premettere che ogni Paese in cui la pillola abortiva è commercializzata ha delle regole e delle scadenze precise: la Ru486 può infatti essere assunta entro un certo periodo di tempo, calcolato in settimane, che varia da nazione a nazione.



1. In Italia, accertato con un’ecografia che la gravidanza sia all’interno dell’utero e di un periodo inferiore a sette settimane e completate le procedure della legge 194, il medico somministra il mifepristone. Questa molecola blocca i recettori del progesterone sulla mucosa e sulla muscolatura dell’utero, aumentandone l’eccitabilità e favorendo la dilatazione del collo. Nel 70% dei casi l’interruzione della gravidanza avviene entro le 4 ore dalla somministrazione del primo farmaco, nel restante 30% entro le 24 ore successive2. Trascorse 24-36 ore, viene somministrata una prostaglandina che induce contrazioni uterine ed espulsione dei tessuti embrionali. È prevista la permanenza della paziente per 3/4 ore in ospedale. Mel 70% dei casi l’espulsione del feto avviene entro le 4 ore. Il ricorso all’intervento chirurgico è necessario nel 2% dei casi.

3. Dopo circa 10/14 giorni la donna torna in ospedale per il controllo. L’Emea, nelle sue indicazioni, non prevede il ricovero.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi