Prosegue nel segno della continu…

 L’IRCCS milanese smentis…

L'importanza del sonno sulla mem…

Il sonno rafforza la memo…

Il biosimilare ha un passaporto …

E’ stato pubblicato il do…

Epilessia: scoperto il regolator…

Scoperto un singole gene …

Tumori e alimentazione: le propr…

[caption id="attachment_5…

Scoperto un sotto-codice genetic…

[caption id="attachment_7…

Vaccino: dal 2012 il pediatrico …

Si chiama LAIV (Live Atte…

Zero casi di meningite: un obiet…

Soglie di copertura vacci…

Plasmodium: i fattori di tollera…

  [caption id="attachm…

AIDS: decifrato genoma virus

[caption id="attachment_2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: una nuova prospettiva per usare ‘silenziatori’ di geni responsabili

rabdomiosarcoma.Ricercatori italiani sono riusciti, utilizzando dei ‘silenziatori genetici’ ovvero molecole che ‘zittiscono’ i geni, a trasformare le cellule maligne del rabdomiosarcoma, un raro ma grave tumore muscolare, in normali cellule muscolari sane. E’ lo straordinario risultato ottenuto dal gruppo guidato da Carola Ponzetto, che lavora al CeRMS (Centro di Ricerca in Medicina Sperimentale) dell’ospedale Molinette di Torino grazie a una ricerca finanziata da AIRC. Per ‘riconvertire’ il tumore in tessuto muscolare sano, i ricercatori hanno usato due microRNA (minuscoli frammenti di RNA che controllano l’attivita’ dei geni), rivelatisi capaci di obbligare le cellule tumorali a differenziarsi in cellule muscolari sane.
Questa potente azione differenziativa dei microRNA potrebbe farne una delle armi piu’ potenti della ricerca contro il cancro, se si trovassero i microRNA capaci di riportare le cellule di altri tipi di tumore sulla strada giusta. La sperimentazione, pubblicata sul Journal of Clinical Investigation, e’ stata condotta su cellule di tumore umano e su topi. Per passare ai pazienti bisogna si deve prima trovare un modo per far arrivare i microRNA nelle cellule del tumore. Ma i ricercatori sono fiduciosi: ”A questo problema tecnico stanno lavorando centinaia di ricercatori in tutto il mondo”. (ANSA).


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi