Prostata in laparoscopia: interv…

[caption id="attachment_7…

Arto rotto: il cervello inizia s…

Braccio destro ingessato …

Influenza: provoca danni al cuor…

L'influenza fa male al cu…

Amaurosi congenita di Leber: pro…

Un innovativo trattamento…

Ictus: nanovettori per curarlo, …

L'uso di vettori di dimen…

Cinque grammi di sale al giorno …

Troppo sale nei piatt…

Demenza senile, tra i segnali pr…

I danni provocati dalle p…

Cancer Research: un test del san…

Un esame del sangue per i…

A.L.I.Ce. ITALIA ONLUS e World s…

A.L.I.Ce. ITALIA ONLUS:…

Tumori un altro bersaglio sotto …

ROMA - Scienziati italian…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Identificate le staminali necessarie per la formazione del ventricolo

Identificata una popolazione di cellule chiave per la formazione del muscolo cardiaco. I ricercatori del Massachussets General Hospital di Boston (Stati Uniti) sono infatti riusciti a scoprire, grazie a degli esperimenti compiuti su delle cavie di laboratorio, le cellule progenitrici del ventricolo del cuore dei mammiferi. ‘Nel cuore c’e’ una grande varieta’ di cellule muscolari e non, che derivano da due tipi di progenitori’ ha spiegato Ibrahim Domian, a capo della ricerca pubblicata sulla rivista Science.
‘Comprendere quali cellule danno origine a quali parti del corpo e’ di fondamentale importanza, sia per capire come il cuore funziona, sia per aprire la strada a nuove terapie di medicina cardiovascolare rigenerativa’. Per identificare quali erano le cellule responsabili della formazione del ventricolo, i ricercatori hanno utilizzato dei marcatori fluorescenti rossi e verdi iniettati all’interno di embrioni di topo in via di sviluppo. ‘Con questo sistema, le progenitori del ventricolo sono state isolate’ ha detto Domian. ‘Le abbiamo quindi usate per costruire del tessuto ventricolare isolato, capace di ‘battere’: qualcosa che non si era in grado di fare in precedenza’. Domian e’ fiducioso che la ricostruzione di tessuto cardiaco, utilizzata assieme a cellule staminali, possa essere utile a costruire delle terapie cardiovascolari fatte a misura di paziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: