Emergenza Ebola, la gestione dei…

i pediatri di sitip e sip…

Telefonino: per maggiori precauz…

Meglio prevenire. Sembra …

Fumo: livelli alti di Pcb nel sa…

Il Pcb aumenta gli effett…

Nati prematuri: il contatto dell…

Ancora meglio dei farmaci…

Due nuovi test per i tumori gast…

[caption id="attachment_2…

Tumori in età pediatrica: un bra…

Un braccialetto contr…

Giornata contro la violenza sull…

La Società Italiana della…

Atassia di Friedrich, al via spe…

Parere favorevole dell’AI…

Ormone 'dimagrante' risiede nel …

Il cuore è il primo musco…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cerotto intelligente per monitorare parametri cardiaci

Un cerotto intelligente applicato sul torace che e’ in grado di monitorare il battito cardiaco, la pressione e altri parametri vitali. E’ stato messo a punto da una equipe inglese e consiste in un adesivo “smart” coperto da sensori che controllano lo stato di salute in modalita’ wireless. Proprio qui e’ il grande vantaggio del cerotto: oggi i pazienti che necessitano di monitoraggio costante sono attaccati a apparecchi wired che ne limitano i movimenti.

L’adesivo intelligente, invece, e’ completamente senza fili. Inoltre, il cerotto non si limita a controllare i segnali vitali ma puo’ essere programmato per identificare altri importanti indicatori della salute del paziente. Adesso i ricercatori cercheranno di capire come questo apparecchio usa e getta si comporta in diversi scenari, spiega il dottor Nick Oliver, clinical research fellow dell’Institute of Biomedical Engineering dell’Imperial College London, che supervisionera’ i trial.



I primi test dovranno provare l’accuratezza dei dati che vengono raccolti e trasmessi dal cerotto per assicurarsi che diano informazioni corrette sulle condizioni del paziente. L’apparecchio base monitora: temperatura, battito cardiaco e respirazione. In una seconda serie di trial, i cerotti verranno applicati su pazienti in convalescenza da malattie minori per vedere che cosa succede all’adesivo durante una doccia o una radiografia. Altri test invece useranno il cerotto per il monitoraggio della salute di persone in convalescenza dopo malattie respiratorie gravi. “Analizzeremo i dati raccolti in situazioni piu’ complesse”, spiega il dottor Oliver. “Vogliamo essere sicuri che il cerotto sia affidabile”. L’adesivo intelligente e’ stato sviluppato all’Imperial College dal Professor Chris Toumazou; per ora verra’ usato negli ospedali ma potrebbe anche servire per il monitoraggio a distanza, perche’ i dati possono viaggiare in Rete verso una sede centrale dove vengono immediatamente letti e analizzati. Keith Errey, co-fondatore della Toumaz Technology, l’azienda che sta sviluppando l’idea del professor Toumazou, fa notare che il cerotto intelligente puo’ controllare molto piu’ che i parametri vitali di base. Errey descrive l’adesivo hi tech come una “piattaforma” che puo’ essere dotata di ogni genere di sensori capaci di controllare tutti gli indicatori della salute, come i livelli di glucosio o la pressione del sangue in diverse parti del corpo. Inoltre il cerotto puo’ essere usato come localizzatore per permettere a medici e infermieri di sapere sempre dove sono i loro pazienti, specialmente quelli a rischio cadute.


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi