Tumore al seno: quando il ruolo …

Un nuovo studio condotto…

Un vaccino contro il Clostridium…

Il ceppo altamente virule…

TEVA veste le squadre giovanili …

Nasce “Teva Pallacanestro…

Vista: stampate per la prima vol…

Un gruppo di ricercatori…

Vaccini antinfluenzali: i futuri…

I microaghi di cui è comp…

Chemio verde, estratta dai brocc…

L'estratto di germogli di…

Modello "stocasico" di sintesi p…

Nel processo di sintesi d…

Il singolare legame tra narcoles…

L'anello di congiunzione …

Diabete: le statine potrebbero s…

Le statine, i farmaci com…

Cinque grammi di sale al giorno …

Troppo sale nei piatt…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Enzima-terapia per combattere l’ipertensione: l’ACE2

ACE2

ACE2

Si chiama ACE2 ed è un enzima potenzialmente in grado di diventare una terapia “alternativa” e migliore per l’ipertensione, che non quella classica.
Secondo il prof. Daniel Batlle, nefrologo presso la Feinberg School of Medicine della Northwestern University (Chicago) l’enzima ACE2 va oltre le terapie convenzionali basate sugli inibitori ACE che bloccano la formazione dell’angiotensina II, una proteina che causa il restringimento dei vasi sanguigni e il conseguente innalzamento della pressione.

«Questo nuovo approccio terapeutico può anche essere superiore alle terapie esistenti» ha dichiarato Batlle, perché ACE2 si concentra sulla scomposizione dell’angiotensina II già nel sistema.
Qui si provvede a una più completa ed efficace soppressione del sistema per trattare non solamente l’ipertensione ma molte altre condizioni cliniche in cui vi sia un’iperattività indesiderata dell’angiotensina II, conclude il prof. Batlle.

Lo studio, al momento è stato unicamente condotto su modello animale e si attende di poter sperimentare la tecnica sugli esseri umani.

Source: lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Hypertension”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi