Malattia autoimmune: equipe di s…

Un importante risultato d…

Spending review: i bambini resti…

Ben 34 associazioni sotto…

Bambini farfalla: la terapia gen…

Promettenti risultati ott…

Vasi sanguigni: da cellule stami…

Ricercatori della Scuola …

Tumori al fegato: nuova tecnica …

[caption id="attachment_1…

Nove i segni molecolari dell'inv…

Instabilità genomica e …

Trichinosi: sequenziato il genom…

Il genoma del nematode pa…

La mappatura del genoma sul codi…

[caption id="attachment_8…

Morbo di Crohn: per combatterlo,…

Una nuova ricerca effettu…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Enzima-terapia per combattere l’ipertensione: l’ACE2

ACE2

ACE2

Si chiama ACE2 ed è un enzima potenzialmente in grado di diventare una terapia “alternativa” e migliore per l’ipertensione, che non quella classica.
Secondo il prof. Daniel Batlle, nefrologo presso la Feinberg School of Medicine della Northwestern University (Chicago) l’enzima ACE2 va oltre le terapie convenzionali basate sugli inibitori ACE che bloccano la formazione dell’angiotensina II, una proteina che causa il restringimento dei vasi sanguigni e il conseguente innalzamento della pressione.

«Questo nuovo approccio terapeutico può anche essere superiore alle terapie esistenti» ha dichiarato Batlle, perché ACE2 si concentra sulla scomposizione dell’angiotensina II già nel sistema.
Qui si provvede a una più completa ed efficace soppressione del sistema per trattare non solamente l’ipertensione ma molte altre condizioni cliniche in cui vi sia un’iperattività indesiderata dell’angiotensina II, conclude il prof. Batlle.

Lo studio, al momento è stato unicamente condotto su modello animale e si attende di poter sperimentare la tecnica sugli esseri umani.

Source: lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Hypertension”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!