Johnson & Jonhson annuncia un ac…

NEW BRUNSWICK, 28 gennaio…

La cattiva alimentazione tra le …

Aumentano in Italia i cas…

Tumori del sangue: tre geni deci…

TP53, RUNX1 e ASXL1 son…

Trapianto capelli: nuova tecnica…

Nuove frontiere per comba…

Cancro al fegato: vaccino vaiolo…

- Un farmaco ottenuto d…

Tumori: dalla metformina, per cu…

E' pubblicato su Nature C…

Ricostruita con le staminali una…

Chirurghi svedesi dell'Un…

Infarto: cure farmacologiche eff…

Dopo un attacco di cuore…

Nuovo sensore per il monitoraggi…

Roma, 17 maggio 2011 – Di…

Ictus: decimarne l'incidenza con…

Alla normale attività di …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Identificato un metodo per generare cellule endoteliali da cellule staminali

Un gruppo di ricercatori del Weill Cornell Medical College ha sviluppato un metodo per trasformare cellule staminali embrionali e cellule pluripotenti in cellule endoteliali, essenziali per la formazione dei vasi sanguigni.
Il metodo descritto sull’edizione online di Nature Biotechnology, permette di generare quantità illimitate di cellule endoteliali che formano il rivestimento interno dei vasi sanguigni. Nel prossimo futuro, secondo i ricercatori, sarà possibile inoculare queste cellule nell’uomo, per risanare organi e tessuti danneggiati.

I ricercatori hanno prima operato una analisi dei fattori molecolari che entrano in gioco quando le cellule staminali si trasformano in endoteliali. Hanno così compreso che, esponendo le cellule staminali ad un composto che blocca il fattore di crescita TGF-beta in un determinato momento della coltura cellulare, la propagazione delle cellule endoteliali aumenta significativamente. Inoltre le cellule ottenute sono risultate perfettamente “funzionanti” una volta inoculate nei topi.
Seppure esiste il rischio che le cellule endoteliali di questo tipo possano determinare una reazione immunitaria nell’uomo, i ricercatori immaginano in futuro di creare una banca di cellule staminali embrionali umane, che, su richiesta, possano essere convertite in endoteliali che siano compatibili con il soggetto ricevente.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi