Ipofisi: quando questa piccola g…

Sono così rari che non es…

Dimagrimento da....brivido

Dimagrire è un'impresa 'd…

Dolore cronico: al via il proget…

Il farmacista come riferi…

Naso umano: conosce circa un tri…

L'olfatto dell'uomo è mol…

Linagliptin riduce in modo signi…

I risultati degli studi…

Malati di mieloma e linfoma: mig…

Oltre 9 milioni di person…

SI APRE DOMANI A MILANO IL 16° C…

“Pensare fuori dagli …

Osteoporosi: scoperta una protei…

[caption id="attachme…

Il neuronavigatore per individua…

[caption id="attachment_7…

Integratori di calcio nelle donn…

Gli integratori di ca…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Identificato un metodo per generare cellule endoteliali da cellule staminali

Un gruppo di ricercatori del Weill Cornell Medical College ha sviluppato un metodo per trasformare cellule staminali embrionali e cellule pluripotenti in cellule endoteliali, essenziali per la formazione dei vasi sanguigni.
Il metodo descritto sull’edizione online di Nature Biotechnology, permette di generare quantità illimitate di cellule endoteliali che formano il rivestimento interno dei vasi sanguigni. Nel prossimo futuro, secondo i ricercatori, sarà possibile inoculare queste cellule nell’uomo, per risanare organi e tessuti danneggiati.

I ricercatori hanno prima operato una analisi dei fattori molecolari che entrano in gioco quando le cellule staminali si trasformano in endoteliali. Hanno così compreso che, esponendo le cellule staminali ad un composto che blocca il fattore di crescita TGF-beta in un determinato momento della coltura cellulare, la propagazione delle cellule endoteliali aumenta significativamente. Inoltre le cellule ottenute sono risultate perfettamente “funzionanti” una volta inoculate nei topi.
Seppure esiste il rischio che le cellule endoteliali di questo tipo possano determinare una reazione immunitaria nell’uomo, i ricercatori immaginano in futuro di creare una banca di cellule staminali embrionali umane, che, su richiesta, possano essere convertite in endoteliali che siano compatibili con il soggetto ricevente.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x