Alcol: sistema immunitario indeb…

[caption id="attachme…

Il veleno delle api veicolato di…

[caption id="attachme…

Ictus: anche quelli di lieve ent…

Anche se apparentemente p…

Nuove varianti genetiche causano…

Ricercatori provenienti d…

Baylor College of Medicine ha ac…

SILICON BIOSYSTEMS ANNU…

[3.SIN] Novità sulle terapie nel…

Prof. Giancarlo Comi – Pa…

Disturbi renali: è anche la velo…

La bassa velocita' d…

Ipertensione resistente: la diag…

Un'accurata valutazione d…

Ossigeno iniettabile liquido: ri…

Esperimenti sui conigli h…

Le proteine legate a malattie ce…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Identificato un metodo per generare cellule endoteliali da cellule staminali

Un gruppo di ricercatori del Weill Cornell Medical College ha sviluppato un metodo per trasformare cellule staminali embrionali e cellule pluripotenti in cellule endoteliali, essenziali per la formazione dei vasi sanguigni.
Il metodo descritto sull’edizione online di Nature Biotechnology, permette di generare quantità illimitate di cellule endoteliali che formano il rivestimento interno dei vasi sanguigni. Nel prossimo futuro, secondo i ricercatori, sarà possibile inoculare queste cellule nell’uomo, per risanare organi e tessuti danneggiati.

I ricercatori hanno prima operato una analisi dei fattori molecolari che entrano in gioco quando le cellule staminali si trasformano in endoteliali. Hanno così compreso che, esponendo le cellule staminali ad un composto che blocca il fattore di crescita TGF-beta in un determinato momento della coltura cellulare, la propagazione delle cellule endoteliali aumenta significativamente. Inoltre le cellule ottenute sono risultate perfettamente “funzionanti” una volta inoculate nei topi.
Seppure esiste il rischio che le cellule endoteliali di questo tipo possano determinare una reazione immunitaria nell’uomo, i ricercatori immaginano in futuro di creare una banca di cellule staminali embrionali umane, che, su richiesta, possano essere convertite in endoteliali che siano compatibili con il soggetto ricevente.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!