#Coronavirus: le frequenti mutaz…

Il coronavirus subisce mu…

Cancro e alcool: legame nettamen…

Una nuova analisi condott…

Urologia: per gli uomini si cons…

Appello degli urologi agl…

Biologia: un approccio ancora pi…

A volte è necessario avvi…

Saranno i virus piu' temuti a su…

[caption id="attachment_9…

Sigaretta elettronica: riabilita…

Soppressa l'equiparazione…

La qualità della luce notturna i…

A seconda del tipo di…

Nuova Aviaria: primo contagio da…

Rilevato in Cina il p…

Tumori: nuove tecniche per non p…

Con le nuove procedure e'…

Epatite C: ci sono le cure, ma h…

La Francia guida il front…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Metastasi ossee: un anticorpo che potrebbe combatterle

PADOVA – Scoperto da ricercatori italiani un anticorpo in grado di combattere le metastasi ossee, che rappresentando la terza sede più comune di metastasi, precedute solo da polmone e fegato. La scoperta è pubblicata sulla rivista scientifica internazionale Bone.

L’equipe diretta da Carlo Foresta, ordinario di Patologia clinica all’università di Padova, in collaborazione con Alberto Ferlin, ha scoperto che la relaxina (una sostanza prodotta in elevate concentrazioni dai tumori che generano metastasi ossea) é un potente stimolatore della distruzione dell’osso, quindi è un fattore determinante la liberazione del calcio nel circolo.


Gli autori hanno dimostrato in vitro che questa sostanza, agendo su ricettori specifici delle cellule dello scheletro, attiva meccanismi cellulari che portano alla distruzione dell’osso. I ricercatori hanno inoltre messo in evidenza che l’anticorpo antirelaxina è in grado di bloccare completamente la capacità distruttiva di questo ormone sulle cellule dell’osso. L’importante risultato indica un possibile progetto farmacologico per il trattamento delle metastasi ossee.

ansa.it

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Metastasi ossee: un anticorpo che potrebbe combatterle […]

ANTONELLA

SONO LA NIPOTE DI UN SACERDOTE DI 65 ANNI OPERATO 3 ANNI FA ALLA LARINGE ASPORTANDO LE CORDE VOCALI QUINDI HA LO STOMA E ABBIAMO FATTO RADIOTERAPIA DOPO UN ANNO HA ASPORTATO LA VESCICA PORTANDO LE DUE SACCHE ESTERNE AI TRE MESI DEL CONTROLLO SI è VERIFICATO UN DOLORE ALL ANCA DOVE è STATO DIAGNOSTICATO UNA METASTASI OSSEA K ABBIAMO IRRADIATO IN DIECI SEDUTE….LA MORFINA OXICONTIN NE PRENDE 15MG MATTINA E SERA MA I DOLORI SONO FORTI,STIAMO FACENDO CURE DI CALCIO E ANEMIA,è DIMAGRITO TANTO …HA FATTO UNA ECOGRAFIA ALL ADDOME E SEMBRA K ADESSO TUTTO SI STIA SCOMPENSANDO IN… Leggi il resto »

Archivi

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x