La Procura di Torino indaga la S…

Somministrazione di farma…

Geriatria: negli USA gli america…

Gli anziani americani di…

Depressione: una proteina potreb…

Gli scienziati hanno…

Ogni cervello ha un network, ogn…

Per evitare ingorghi e st…

Vista: stampate per la prima vol…

Un gruppo di ricercatori…

Malattie muscolo-scheletriche pe…

Le patologie di natura mu…

La carie, un problema di sanità …

Milano, 29 settembre 2014…

Percezione del corpo e memoria: …

Un nuovo studio del Karo…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Baci e benefici: meno calorie, m…

Non si tratta di legg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperta la proteina che oppone resistenza alla chemioterapia

Londra, 15 feb. – Scoperto come alcuni tumori sono capaci di sopravvivere e resistere alla chemioterapia. Lo ha dichiarato un gruppo di ricercatori del Cancer Research del Regno Unito in uno studio pubblicato sulla rivista Nature Structural and Molecular Biology. I ricercatori hanno individuato la struttura di una proteina che si trova al centro del sistema di difesa del tumore.


Conosciuta come ‘FANCL’, questa proteina aiuterebbe le cellule tumorali a riparare i danni che molti farmaci chemioterapici infliggono al Dna. Questa scoperta potrebbe contribuire a rendere i trattamenti contro cancro molto piu’ efficaci. “Il nostro team – ha spiegato Helen Walden, che ha coordinato lo studio – ha determinato la struttura del motore di ‘manutenzione’ presente nella cellula che, se spento renderebbe le cellule molto piu’ sensibili alla chemioterapia”. In pratica, i ricercatori hanno scoperto il bersaglio giusto che aiuterebbe i tumori a resistere alle terapie. Spegnendo infatti quell’interruttore, i tumori rimarrebbero senza difese e i trattamenti sarebbero in grado di sconfiggerlo piu’ efficacemente.
AGI

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!